di Nicola Lucarelli

E’ stato davvero un avvio spettacolare del Palio, quello andato in scena questa sera in piazza XX Settembre e per le vie di Mola. Un evento senza precedenti per la nostra città: il corteo storico che apre la settimana dedicata al 2° Palio dei Capatosta. I molesi si sono riversati per le strade ed hanno affollato piazza XX Settembre. Ha del miracoloso la partecipazione di centinaia di figuranti, tutti in splendidi costumi d’epoca, ognuno completamente immerso nel proprio ruolo. Un corteo perfettamente organizzato da una regia che ha salvaguardato ogni minimo particolare, grazie ad una lunga e paziente preparazione.

Molto bella anche la cerimonia della consegna delle chiavi alla Principessa vdi Capua e della presentazione del Palione, svoltasi sul sagrato della Chiesa della Maddalena. Emozionante lo spettacolo offerto dai bravi sbandieratori di Capurso, che con il suono dei tamburi hanno ritmato lo snodarsi del corteo attraverso le vie cittadine.

Commenti oltremnodo positivi abbiamo raccolto alla fine dellla manifestazione. La gente ha gradito ed ha applaudito ripetutamente la riproposizione dei vari momenti dei festeggiamenti di cui fu onorata la bella Principessa di Capua, ricevuta a Mola con tutti gli onori.

I nostri complimenti vanno a tutti i componenti dell’Associazione Palio dei Capatosta, agli animatori delle Contrade, alle bravissime costumiste, che hanno realizzato autentiche opere d’arte, esposte nei prossimi giorni dnel salone del Castello Angioino. Complimenti anche al servizio d’ordine, assicurato dagli stessi contradaioli. Ed ora ripercorriamo insieme il programma dei prossimi giorni, riprendendo le parole di Nico Colella, capitano del Palio:

Giovedì 12 Luglio, ci sarà nelle rispettive chiese di appartenenza delle Contrade, la Messa di benedizione degli atleti. I partecipanti al Palio e i contradaioli tifosi sono invitati a presentarsi a messa con la maglia del colore della propria Contrada di appartenenza. Questa messa sarà uno dei momenti di intimità della comunità contradaiola.

Venerdì 13 Luglio è la volta delle cerimonie di inaugurazione del Palio. Le Contrade convergeranno in piazza xx Settembre a partire da diverse strade in un tripudio di colori e di suoni di tamburo: Terra (via Vittorio Veneto), Stella (via Di Vagno), Fuoco (via Cesare Battisti), Drago (C.so Umberto I), Giglio (via Van Westerhout), Noria (via Colombo). La bandiera della Contrada vincitrice issata sul Castello verrà ammainata e portata alla Contrada Campione uscente. All’arrivo delle Contrade in piazza, il Palione sarà portato nella Chiesa Maddalena dove resterà esposto nei tre giorni del Palio sino alla premiazione. Novità del giorno delle cerimonie sarà il “bando di sfida”: la Contrada del Fuoco, Campione d’Oro uscente (vincitrice del Palio dei Capatosta 2011), leggerà un discorso di sfida dove sbeffeggerà le altre Contrade. Probabilmente, tra le sorprese del venerdì avremo la presentazione dell’Inno ufficiale del Palio le cui musiche sono state affidate all’Accademia del Canto, che ringraziamo per la preziosa disponibilità. Si procede nella stessa serata al sorteggio delle postazioni di gara del Palio e subito dopo la Festa di Buon Auspicio delle Contrade nell’Arena del Mare alla presenza degli amici spagnoli di Pedrajas de San Esteban, ospiti a Mola proprio durante la settimana del Palio.

Sabato 14 Luglio sarà la volta delle 4 gare a Terra in piazza XX Settembre (corsa dei sacchi, gara del torrione, staffetta 4x400m e tiro alla fune femminile). Domenica 15 Luglio, avremo altre novità: assieme alla regata delle barche a remi (che rimane sempre la gara ultima con punteggio doppio), si aggiungeranno la staffetta di nuoto 4×100 e la gara del palo della cuccagna in mare grazie alla preziosa collaborazione con la Lega Navale Italiana, partner marino del Comitato Palio. Le gare si svolgeranno nello specchio d’acqua antistante il Castello Angioino (dietro i frangiflutti). Qualora le condizioni meteomarine dovessero essere inadeguate, ci si sposterà nel porto peschereccio dove si svolgerà solo la regata delle barche a remi. Se le condizioni del tempo dovessero essere proibitive, il regolamento prevede l’annullamento delle gare in mare ed il Palione sarà assegnato alla Contrada che avrà raggiunto un punteggio maggiore nelle gare a terra del sabato. La premiazione della domenica si svolgerà sul sagrato della Chiesa Maddalena. Prima della consegna del Palione nelle mani del Capitano di Contrada, il Consiglio di Contrada dovrà correre per salire sulla torre più alta del Castello per issare la bandiera di Contrada che resterà lì sino al venerdì del Palio 2013.

La Contrada che vincerà il Palione, dopo il tradizionale giro attorno alla vasca, lo porterà nella propria piazza di Contrada (e forse nella Chiesa di appartenenza) per condividere assieme al proprio popolo, il magico momento di una vittoria che non è individuale, ma collettiva, è la vittoria dell’intera Contrada.