redazionale

Un libro contro la paura: la storia vera di un uomo che ha avuto il coraggio di andare controcorrente. L’onestà spiegata con una storia potente che arriva dritta al cuore.

Andrea Franzoso ha 42 anni, vive a Milano ed è autore di “Il disobbediente. C’è un prezzo da pagare se non si vuole avere un prezzo”, con la prefazione di Gian Antonio Stella, editorialista del Corriere della Sera, e la postfazione di Raffaele Cantone, magistrato e Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione. La stessa tematica è affrontata in un volume diretto ai ragazzi, intitolato “#disobbediente! Essere onesti è la vera rivoluzione”, con la postfazione di Matteo Bussola, fumettista e conduttore radiofonico.

I due volumi saranno presentati giovedì 14 marzo alle ore 17 presso la libreria Culture Club Café in via Van Westerhout, 71 a Mola. Dialogheranno con l’autore Annamaria Minunno e Giangrazio Di Rutigliano.

Andrea Franzoso è stato allievo dell’Accademia militare di Modena ed ha prestato servizio come ufficiale dei Carabinieri congedandosi col grado di capitano. Ha vissuto quattro anni con i gesuiti, ha lavorato come funzionario in un’azienda, le Ferrovie Nord Milano, finché non ha scoperto che il suo presidente utilizzava denaro pubblico per fini personali ed ha segnalato tutto con un esposto alle forze dell’ordine.

Questi libri sono il racconto di quella vicenda, contro la paura; sono la storia vera di un uomo che ha avuto il coraggio di andare controcorrente. Una storia che pone una riflessione sempre attuale sulle ragioni e il senso di quella scelta.

Vale la pena essere onesti? Al suo posto io lo avrei fatto? Quante volte abbiamo girato la testa per fingere di non vedere certi andazzi ed una serie di connivenze? Sono i furbi e gli approfittatori a doversi vergognare, o chi per far rispettare la legge è costretto a “disobbedire”? “Pagare un prezzo” per “non avere un prezzo”, come recita il sottotitolo, è la differenza fra un uomo onesto ed uno disonesto?

Forse questa differenza sta nella capacità di dire di no, ed è proprio il valore di questo no che nessuno può comprare.

Condividi su: