di Nicola Lucarelli

Cari concittadini, da diversi anni il nostro Comune è impegnato nella raccolta differenziata dei rifiuti con il sistema “porta a porta”, tanto da conseguire, nei primi anni, riconoscimenti a livello nazionale.

Non siamo tutti sporcaccioni, ma non va sottaciuto che negli ultimi anni si è evidenziata una preoccupante inosservanza delle regole, con un netto calo della percentuale di rifiuto differenziato conferito, che ha determinato un peggioramento dei servizi ed un aumento dei costi a carico di chi regolarmente paga la TARI.

Personalmente riscontro ogni giorno esempi di non corretta attuazione della raccolta differenziata, con conseguente nascita di varie discariche abusive, la cui bonifica comporta costi gravanti anch’essi su tutti noi cittadini, anche di chi si attiene alle regole.

La mancanza di senso civico e la scarsa attenzione di alcuni portano ad esempio all’accumulo dei rifiuti lungo le strade del territorio comunale, determinando in questo modo un serio rischio di carattere sanitario per le persone, oltre che una pessima cartolina per chi abita a Mola e per i turisti che visitano la nostra cittadina, specie nel periodo estivo.

Uno sporcaccione all’opera

Solo grazie a una raccolta differenziata spinta possiamo trarre un beneficio sia dal punto di vista economico, sia dal punto di vista del rispetto della qualità dell’ambiente e della salute.

Per far si che i nostri rifiuti vengano correttamente smaltiti e riciclati è necessario che siano mantenuti divisi a seconda del tipo di materiale da cui sono costituiti.

L’obiettivo a cui dobbiamo tendere è quello di giungere alla netta separazione tra rifiuto secco, rifiuto umido, vetro, carta, alluminio e plastica.

Per avere un paese pulito e vivibile è necessaria la collaborazione di tutta la popolazione, l’impegno e il buon senso di ognuno devono guidare le proprie azioni nel momento in cui si abbiano dei rifiuti da smaltire.

 

Telecamere installate

Al fine di consentire il raggiungimento degli obiettivi di ottimizzazione del servizio e di abbattimento dei costi è necessaria una corretta separazione dei rifiuti, attenendosi al calendario ed agli orari di ritiro dei diversi rifiuti.

Ciò anche al fine di non incorrere nelle sanzioni previste dal regolamento comunale della gestione del servizio R.S.U. Ultimamente, grazie all’installazione di diverse telecamere, sono stati individuati un bel po’ di sporcaccioni, che abbandonavano rifiuti ovunque ed in orari non consentiti. Bene ha fatto l’Amministrazione e per essa la Polizia Municipale, a multarli.

Ma il Sindaco o la Polizia Municipale non possono stare dietro ad ognuno di noi ed in ogni dove, per cui ciascuno di noi si assuma l’impegno e la responsabilità di rispettare le regole. “Mola pulita” dipende da  tutti i residenti e dai comportamenti che adottiamo per rispettare l’ambiente in cui viviamo.

Un ultimo rilievo per completare il quadro. Non riesco a capire perché si abbandonano per strada i cosiddetti rifiuti ingombranti (divani, materassi, vecchie cucine, sedie, tavoli, ecc..) quando esiste un servizio ad hoc: basta telefonare al n. 800.597689 per prenotare il prelievo  gratuito a domicilio. A quanto ci viene riferito da ambienti comunali, pare che all’abbandono indiscriminato si dedicano in modo particolare gli evasori della tassa sui rifiuti (TARI). Ciò per non essere individuati. Assurdo!

Sporcaccione ripreso dalla telecamera

 

 

Condividi su: