Nella prima serata di Corti nella Corte, la rassegna regionale di teatro filodrammatico in corso presso Palazzo Pesce, l’associazione organizzatrice Teatramico, insieme all’Amministrazione Comunale nell’occasione rappresentata dall’assessora alla Cultura Lucia Parchitelli, ha assegnato due importanti premi alla carriera a due attrici, la barese Nietta Tempesta e la molese Mariella Capotorto, “in virtù della dedizione e della passione profusa nella diffusione della cultura teatrale, fonte di ispirazione e di lustro per tutta la cittadinanza“. Di seguito le note biografiche e le motivazioni dei riconoscimenti.

Attrice molese, per oltre quarant’anni sui palcoscenici italiani, Mariella Capotorto ha mosso i suoi primi passi nel Gruppo Universitario Teatrale molese (GUT) conoscendo direttamente Piero Delfino Pesce alla cui memoria è dedicata la rassegna Corti della Corte 2019.

Intraprende la carriera professionale con la compagnia “Teatro Sud” e poi “Colpo di Scena” diretta dal fratello Vittorio, regista. Lavorerà con artisti, registi e maestri d’eccellenza nel panorama teatrale italiano, da Eduardo De Filippo a Luigi Squarzina, da Nuccio Ladogana ad Alessandro Brissoni, ad Armando Pugliese, Michele Mirabella, Vito Signorile e tanti altri.

Nella sua poliedrica carriera non sono mancate importanti esperienze nel cinema d’autore con Francesco Rosi, Mario Monicelli, Sergio Rubini; ed esperienze televisive in sit-com e sceneggiati , tra le quali, il più recente è “Un posto al sole”. Mariella Capotorto è un’artista dalle mille sfaccettature, sempre pronta a sostenere la cultura teatrale con serietà, disciplina e passione per il palcoscenico.

A Mariella Capotorto nelle motivazioni del premio, va “un riconoscimento alla carriera per l’amore smisurato verso la nobile arte del palcoscenico”.

Nietta Tempesta, attrice e regista, è direttrice artistica del Piccolo Teatro di Bari. La sua è una vita spesa per l’arte: parlare di lei significa parlare dell’amore smisurato per il teatro e della storia del teatro d’autore di Bari. Un riferimento per tantissimi artisti del panorama regionale e nazionale che hanno vissuto e vivono il magico mondo del palcoscenico. Diretta da registi di calibro nazionale, Nietta Tempesta ha lavorato tra i tanti con Paola Borboni e Anton Giulio Bragaglia; è stata compagna di scene e di vita del drammaturgo e regista Eugenio D’Attoma. Con lui ha compiuto un percorso culturale teso alla divulgazione del teatro di Jean Genet, Vladimir Majakovskij, Samuel Beckett, Arthur Schnitzler e di altri autori teatrali dell’avanguardia colta d’autore del secolo scorso.

Si è inoltre contraddistinta per aver contribuito a promuovere l’uso del dialetto popolare con la rappresentazione del teatro dialettale d’autore in produzioni storiche che ancora oggi , dopo decenni, continuano a mietere successo. Ha contribuito a formare nel tempo attori, registi e maestranze che si collocano in numerosi casi tra le figure di spicco dello spettacolo e del teatro nazionale e si è posta da sempre come obiettivo il risveglio della coscienza teatrale cittadina, con dibattiti, incontri culturali, inchieste e corsi di recitazione. Il riconoscimento alla carriera di Nietta Tempesta è stato conferito “per il valore artistico che la sua opera continua ancora oggi a infondere alle nuove generazioni di artisti del Teatro”.

 

Condividi su: