Donatello Biancofiore

Just eroica in versione “Under”: col San Ferdinando un pari col cuore.

E’ un punto che vale doppio, triplo, quello con cui esce dal Pala Pinto la Just al termine della gara con San Ferdinando. 4-4 sulla sirena della sfida che è autentico mezzo miracolo, ottenuto con il sacrificio, il sudore e l’abnegazione di un gruppo di Under e dei pochi senior rimasti arruolabili.

Un punto con cui tracciare una linea e da cui ripartire domani qualsiasi sia il futuro, perché la Just è ancora viva e può ancora dire la sua in questo campionato.

LA PARTITA

Mister Giliberti incrocia le dita e fa la conta dei disponibili: gli restano Genchi, Mastrangelo, Secundo e Mezzapesa che stringe i denti ed è in quintetto alle ore 16.00 assieme all’Under Valenzano, ragazzo a cui va un grande applauso, per la tranquillità e l’impegno riversati sul parquet, nel giorno del suo esordio assoluto in prima squadra. San Ferdinando parte con Landriscina tra i pali, Acocella, Caggianelli, Cassanelli e Capacchione.

Primo tiro degli ospiti dopo 2 minuti di gioco con Caggianelli, il calcio laterale si perde di poco a lato. Grande occasione Mola al 3′ con Mastrangelo che fa fuori Acocella dribbla portiere e serve a centro area per Valenzano, il tiro del giovane numero 9 viene salvato da Caggianelli sulla linea di porta. Mezzapesa mette le pezze ad un paio di occasioni scabrose in area bianco azzurra, traversa del San Ferdinando dopo errore proprio del centrale molese, è  bravo sulla ribattuta Genchi a dire no a Caggianelli col corpo.

Errore di Cassanelli V. che tutto solo davanti a Genchi mette a lato su assist preciso di Capacchione. Partita di fatica e di sofferenza per la Just che però dopo 10 minuti del primo tempo sembra aver trovato contromisure alla squadra foggiana. Infatti da una percussione di Mezzapesa nasce l’1-0: grande recupero a metà campo, scambio con Valenzano e triangolo chiuso nonostante l’uscita del portiere, anche grazie ad un rimbalzo a favore decisivo (10′).

E’ lui il protagonista di questo frangente di sfida, super Mezzapesa, fa tremare la traversa avversaria con una bomba scagliata dalla trequarti. L’intensità è quella giusta anche se San Ferdinando si fa pericolosissima  con una azione personale di Acocella che dall’angolo timbra il palo a Genchi battuto. Ancora grande protagonista Mezzapesa al minuto 16: Secundo intercetta  la ripartenza del San Ferdinando e serve il numero 13 molese, stop due passi e siluro a spaccare la porta difesa da Landrscina.

E’ un primo tempo bellissimo quello della squadra di mister Giliberti, che in una situazione di estrema difficoltà sfoggia una prestazione da applausi a scena aperta. San Ferdinando però accorcia con Frontino sugli sviluppi di un calcio di punizione a 3’ dal riposo. Finale di parziale di grande sofferenza per i ragazzi di mister Giliberti che però riescono a portarsi al riposo davanti di un gol. Si ritorna in campo e Caggianelli ci prova chiudendo triangolo con Acocella al 2′ della ripresa, bene Genchi col corpo. Ancora il portiere Just provvidenziale 20 secondi dopo sempre su Caggianelli che aveva sradicato palla a Valenzano.

La pressione del San Ferdinando si fa importante, la Just si difende con le unghia e prova a rifornire in ripartenza Mastrangelo. Poi al minuto 4 il capolavoro sull’asse Secundo-Mastrangelo. Punizione da metà campo: batte l’ex Monopoli e mette un pallone telecomandato per il numero 10 bianco azzurro che spalle alla porta ci mette il tocco da rapinatore d’aria a beffare tutta la difesa in maglia rosa, 3-1 e nuove energie che arrivano in soccorso ad una Just stremata. Acocella di fortuna trova il gol del 3-2 da posizione angolata, Genchi para ma nella caduta tocca il pallone che carambola in rete. Landriscina con una mano sulla punizione al veleno di Mezzapesa. Dal possibile 4-2 su due contro uno Just, sciupato, si passa al 3-3 con un gran gol di Cassanelli devastante sulla fascia.

Nemmeno un minuto e San Ferdinando passa con una percussione centrale di Acocella che non trova la giusta opposizione. Secundo salva gol su Cassanelli tutto solo in area, poi è Landriscina a compiere miracolo su tap in di Ventrella imbeccato da Mastrangelo (31′). Saltano gli schemi Cassanelli V. stoppato ancora da Genchi, sul capovolgimento di fronte  slalom speciale di Secundo che trova un grande Landriscina a deviare in angolo. Gli ultimi 3 minuti vedono la Just con Mastrangelo colto da crampi e Mezzapesa ammaccato, mister Giliberti prova comunque il quinto di movimento con gli apporti degli Under Anaclerio, Ungaro e Schena, San Ferdinando pare riuscire a limitare i danni fino a 12 secondi dalla fine quando Secundo servito da Anaclerio si sistema il pallone sul destro e trova l’angolo basso per la rete che regala uno strameritato pari, una nota positiva, un bagliore di luce a chiusura di una delle settimane più difficili della storia recente della Just Mola.

***********************************************************************************************************

Condividi su: