Articoli in:  Notiziario

DA BERGAMO PER MOLA (terza ed ultima parte)

24 Marzo 2020 1 Commento

di Vito Luigi Campanile

Bergamo di sera, Via Papa Giovanni XXIII

(…) Mi chiede dunque se io e la mia famiglia siamo disposti ad affittargli un appartamento, che i miei genitori comprarono anni fa, dove poter soggiornare per un mese. È l’unico modo per sventare la possibile trasmissione del virus ai genitori, preoccupato perché ritiene che in azienda sia molto probabile ammalarsi. Ammette di aver sottovalutato il virus, ammette che non ci aveva capito nulla.

(altro…)

Condividi su:

NUOVO ORARIO DELLE FARMACIE A MOLA

23 Marzo 2020 0 Commenti

Comunicato stampa

La presente per comunicarVi che, in ottemperanza alla delibera adottata questa mattina dall’Ordine dei Farmacisti di Bari e BAT a norma delle disposizioni vigenti, con decorrenza immediata l’orario obbligatorio di apertura e chiusura pomeridiana delle farmacie delle due province viene anticipato di un’ora.

Di pomeriggio, pertanto, le farmacie del nostro Comune a partire da oggi lunedì 23 marzo dovranno assicurare l’apertura dalle 15,30 alle 19,00 

Da domenica 29 marzo, con l’avvento dell’ora legale, l’apertura dovrà essere assicurata dalle 16,00 alle ore 19,30.

La farmacia di turno notturno dovrà restare aperta fino alle 20,30.

Il Fiduciario dell’Ordine dei Farmacisti di Bari e BAT
Dr. Roberto Carrata

 

Condividi su:

ECCO IL TESTO DEL NUOVO DECRETO

22 Marzo 2020 0 Commenti

Questa sera è stato emanato il nuovo decreto del Presidente del Consiglio (DPCM), di concerto col Ministro della Salute, già preannunciato ieri dal Presidente Conte, con nuove misure restrittive per contrastare il diffondersi del coronavirus.

Di seguito il testo delle nuove norme, in vigore da domani sino al 3 aprile

«(…) DECRETA

ART. 1 (Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale)

  1. Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, sull’intero territorio nazionale sono adottate le seguenti misure:

(altro…)

Condividi su:

PRIMO CASO DI CORONAVIRUS A MOLA

22 Marzo 2020 0 Commenti

redazionale

Purtroppo, anche Mola è stata toccata dall’emergenza coronavirus. La notizia è stata diramata dal sindaco Giuseppe Colonna in una diretta Facebook conclusasi poco fa: si registra un primo contagio da Covid-19 anche a Mola.

“Ne ho avuto notizia nel primo pomeriggio” riporta Colonna “Si tratta di una uomo di circa 80 anni, attualmente ricoverato nel padiglione Asclepios riservato alla cura dei malati da Covid-19”.

La preghiera rivolta dal primo cittadino è il massimo rispetto verso la persona coinvolta e la sua famiglia, “in modo che chi è impegnato in prima linea continui ad operare nella massima serenità possibile, nonostante queste circostanze”.

(altro…)

Condividi su:

ANSIA E PREZZI SALGONO

22 Marzo 2020 0 Commenti

di Francesco Spilotros

Il Presidente del consiglio Conte

Il momento storico che stiamo vivendo non è per niente facile: un virus diventato pandemico mette in pericolo le nostre vite.

I Governi nazionale e locale stanno facendo tutto ciò che è umanamente possibile per limitare i danni cercando di contenere il contagio.

Stiamo vivendo due ordini di difficoltà: dal punto di vista psicologico nell’accettare il cambio repentino del nostro modus vivendi,  e l’annullamento delle relazioni sociali, il non poter uscire di casa se non per motivi impellenti.

Che ci sia ansia e paura in ognuno di noi è cosa del tutto normale, ma che qualcuno faccia dei giochetti in questo periodo della nostra vita, che possiamo tranquillamente definire il più buio ed incerto, che si diverta ad incrementare la paura, ad accrescere l’ansia, questo proprio non lo possiamo accettare.

(altro…)

Condividi su:

DA BERGAMO PER MOLA (prima parte)

22 Marzo 2020 2 Commenti

Di Vito Luigi Campanile

Vito Luigi Campanile, studente universitario di ventisei anni, attualmente oltre a studiare alla magistrale di Bergamo Culture Moderne Comparate (è la magistrale di Lettere), fa l’educatore in un Centro Diurno per minori come volontario del Servizio Civile. Nato a Mola, ha sempre vissuto a Bergamo e ci racconta la sua esperienza a Bergamo in questi giorni terribili. Quella che segue è la prima di cinque puntate della sua testimonianza rilasciata a “Città Nostra”, nella quale descrive il dramma vissuto in una città stretta tragicamente dall’emergenza coronavirus.  Ne pubblicheremo una al giorno.

Che nella mia città – Bergamo – la situazione non sia normale, lo capisco dalla presenza sotto casa di un auto della polizia che alle tre di notte procede a passo lentissimo con un faro bianco sul tettuccio come se stesse cercando qualcosa.
Se fossimo nella normalità, nel ravvisare la presenza della polizia di Stato sotto casa sobbalzerei stupito.
Chi ha ammazzato chi? Qualcuno smercia sostanze stupefacenti nel condominio e non me ne sono accorto? Qualche furto?

Queste sono le domande che mi porrei. E invece nessuna sorpresa in me; appena il mio occhio intravede da lontano l’auto della polizia, l’associazione mentale è istantanea: si stanno assicurando che nessuno bazzichi in giro per evitare il contagio del Covid 19. La calma con cui reagisco alla presenza della la polizia sotto casa è la prova evidente che non è una situazione ordinaria; il fatto che sia normale vederla qui mostra che non stiamo vivendo normalmente.
È buio nel mio soggiorno, e io continuo a passeggiare pensando a quei due di là, che dormono – sembra – serenamente.

(altro…)

Condividi su:

DATI ARPA: A MOLA LA DIFFERENZIATA SCESA AL 61,61%

21 Marzo 2020 0 Commenti

di Marco Sciddurlo

Nell’articolo “Ecotassa: stangata per il comune di Mola”, pubblicato su questo sito il 15 marzo scorso, si illustrava come, con la determina n. 79 del 10 marzo 2020 del Dirigente della Regione Puglia della Sezione Ciclo Rifiuti, c’è stata la «validazione delle percentuali di raccolta differenziata dei Comuni per la determinazione del tributo speciale per il deposito in discarica e in impianti di incenerimento senza recupero energetico dei rifiuti solidi e contestuale assegnazione a ciascun comune della Provincia di BARI dell’aliquota di tributo dovuto per l’anno 2020».

Nella determina regionale è disposto il costo del conferimento in discarica o negli impianti di incenerimento senza recupero energetico (ecotassa). Il sistema di calcolo è sia “premiale” che “punitivo”, nel senso che più alte sono le percentuali di raccolta differenziata, partendo da una soglia base del 65%, più basso è il costo per ogni tonnellata di rifiuti indifferenziati smaltiti; mentre, se si scende al di sotto del 65%, oltre a pagare il costo più alto per tonnellata (che è di € 25,82), si aggiunge una aliquota del 20% (cioè una aggiunta di € 5,164 per tonnellata). Pertanto, i comuni che non raggiungono il 65% di raccolta differenziata devono pagare € 30,984 per ogni tonnellata di rifiuti indifferenziati da smaltire. 

(altro…)

Condividi su:

CORONAVIRUS: NUOVA ORDINANZA DEL GOVERNO

21 Marzo 2020 0 Commenti

di Cesario Rago

Il governo ha adottato questa sera un’ordinanza con nuove misure restrittive per contenere il contagio da Coronavirus.

Le nuove misure, che si sommano alle esistenti, sono valide dal 21 marzo al 25 marzo, quando scade il dpcm che aveva imposto la stretta a tutti gli spostamenti e la chiusura di bar e negozi.

In sintesi:

(altro…)

Condividi su:

ADDIO A BONASORA, SINDACO POPOLARE

21 Marzo 2020 1 Commento

di Rosa Innamorato*

C’è un ricordo, quasi banale rispetto a tanti altri, che identifica quello che era Vito: la porta della sua stanza sempre aperta negli anni in cui ha ricoperto la carica di Sindaco di Conversano.

Vi si accedeva senza filtri, ogni cittadino di Conversano sapeva che poteva affacciarsi in comune per parlare con il sindaco.

E così quella stanza è davvero diventata la casa di tutti, in particolare dei più giovani, dei ragazzi che hanno trovato sempre una sponda in quel sindaco che ragazzo come loro è sempre rimasto; e dei più deboli, dei più umili sorpresi dal non dover più attendere invano in sala d’attesa e nel trovare qualcuno che, per loro, era disposto a battere i pugni sul tavolo.

C’era chi, invece, quella porta aperta la viveva con disagio.

Erano quei “politici” convinti che una porta chiusa meglio si addica alla definizione degli interessi di una città. E infatti il rapporto tra un “sindaco di frontiera” rispetto al mondo istituzionale della politica non è mai stato facile.

(altro…)

Condividi su:

SCADENZE BOLLI ASSICURAZIONI E PATENTI

21 Marzo 2020 0 Commenti

Redazionale

Lunedì sera il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Cura Italia, che tra le varie misure contiene anche delle norme che riguardano patenti, assicurazione, multe, revisioni auto e altro ancora. Nessuna novità invece per quando riguarda il bollo auto.

In genere i termini per il pagamento del bollo sono aprile, agosto e dicembre, anche se poi possono variare a seconda della Regione.

Ci sono i 30 giorni successivi per regolarizzare, ad esempio se il bollo scade ad aprile si può pagare entro maggio. Una nota molto importante è quella delle patenti in scadenza, la validità è stata prorogata, la proroga però ha tempi differenti, infatti il decreto dice: “Come permesso alla guida tutti i certificati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020 conservano validità fino al 15 giugno 2020.

(altro…)

Condividi su:

NUOVA ORDINANZA DEL SINDACO

21 Marzo 2020 0 Commenti

Comunicato stampa

                       

IL SINDACO

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020, con la quale è stato dichiarato lo stato di emergenza sul territorio Nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;

Visti: • il D.L. 23/02/2020, n. 6 (recante “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da CPVID-19”); • il D.L. 02/03/2020, n. 9; • il D.L. 08/03/2020, n. 11; • il D.L. 09/03/2020, n. 14; • il D.L. 17/03/2020, n. 18; Visti i seguenti D.P.C.M. recanti “Disposizioni attuative del D.L. 23/02/2020, n. 6”: • Il D.P.C.M. 23/02/2020 (pubblicato in G.U. n. 45 del 23/02/2020); • Il D.P.C.M. 25/02/2020 (pubblicato in G.U. n. 47 del 25/02/2020); • Il D.P.C.M. 01/03/2020 (pubblicato in G.U. n. 52 del 01/03/2020); • Il D.P.C.M. 04/03/2020 (pubblicato in G.U. n. 55 del 04/03/2020); • Il D.P.C.M. 08/03/2020 (pubblicato in G.U. n. 59 del 08/03/2020); • Il D.P.C.M. 09/03/2020 (pubblicato in G.U. n. 62 del 09/03/2020); • Il D.P.C.M 11/03/2020 (pubblicato in G.U. n. 64 del 11/03/2020);

(altro…)

Condividi su:

RACCOMANDAZIONI DEI MEDICI E DEL MINISTERO

21 Marzo 2020 0 Commenti

Redazionale

Queste le raccomandazioni dei medici di base molesi:

“I sintomi del nuovo coronavirus emerso in Cina sono tipicamente respiratori: febbre, tosse, raffreddore, mal di gola, affaticamento polmonare.

Consigli per prevenire il coronavirus: ecco cosa fare.

Per evitare di entrare in contatto con il virus e di essere contagiati è opportuno seguire alcune regole basilari:

Lavare spesso le mani,
Starnutire e tossire in fazzoletti usa e getta,
Gettare fazzoletti usati in cestini,
Usare la mascherina in caso di influenza,
Evitare frutta e verdure non lavate,

(altro…)

Condividi su:

STOP ALLE ATTIVITA’ MOTORIE SUL LUNGOMARE

21 Marzo 2020 0 Commenti

Redazione

Per contrastare il diffondersi del coronavirus, è stato emanato un nuovo provvedimento, questa volta una ordinanza del Ministro della Salute, Roberto Speranza, in vigore da oggi sino al 25 marzo. Probabilmente, nella prossima settimana saranno emanate dal Governo ulteriori misure restrittive, che conterranno anche quelle emanate ieri, con urgenza, dal Ministro della Salute.

I divieti sono contenuti in un unico articolo, che dispone:

«Art. 1 (Ulteriori misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale)

Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 sono adottate, sull’intero territorio nazionale, le ulteriori seguenti misure:

a) è vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici;

b) non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto; resta consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona;

(altro…)

Condividi su: