Ultime Notizie

A PROPOSITO DI DEGRADO

28 settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 489 volte.

 Riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera:

Egregio Sig. Sindaco,

come ho già scritto nella mia lettera del 24/06/08, portata in Consiglio il giorno successivo, devo purtroppo constatare che ad oggi, da allora, nulla è stato fatto.

Piazza xx Settembre, il lungomare, le spiagge, il Cozzetto e altre zone, erano e sono in stato di degrado, e in questo degrado si è svolta l’Estate Molese 2008.

L’immagine data alla gente venuta da fuori non è stata certo delle migliori.

Adesso, oltre a quanto già c’era, si è aggiunta la raccolta differenziata. Una cosa giusta, anzi giustissima a mio avviso, ma deve essere fatta bene.

Non è possibile che i vari sacchetti vengano depositati per terra da parte della gente. Succede, come è già successo, che tali sacchetti siano preda di cani e gatti prima e di ratti in un secondo momento; questo non fa altro che aumentare il livello di sporcizia nel Paese. Anche a livello di immagine! Non è bello vedere ai lati delle strade montagne di sacchetti contenenti spazzatura. Sembra di essere tornati indietro di 30 anniu!

Voglio, inoltre, far notare un’altra cosa. Domenica 7 Settembre ho assistito sia alla partita Mola-Conversano, disputata in mattinatas, che a quella pomeridiana Mola-Modugno. Mi sono sentito personalmente offeso nel sentire pronunciare dai giocatori ospiti:”Ma che schifo di paese è questo?” Motivo? Non c’era acqua per fare la doccia. Assurdo! Atleti che, dopo novanta minuti di sudore, non possono fare la doccia perché manca l’acqua.

Mi rivolgo anche a Lei, Presidente Divella: penso che la squadra ospite si sia lamentata anche con Lei per l’increscioso inconveniente. Immagino anche il suo imbarazzo nel dover dare una spiegazione logica dell’accaduto.

Dopo una vita in giro per l’Italia e per il Mondo, per conto dell’ENI, posso dire di aver conosciuto realtà diverse. Paesi sviluppati ed evoluti e Paesi sottosviluppati e meno evoluti. Adesso che sono in pensione e voglio godermi il mio Paese, girando per Mola, notando il degrado ed ascoltando i commenti negativi dei forestieri, non posso arrendermi all’idea di essere in uno di quei paesi sottosviluppati.

Centri a noi vicini come Rutigliano, Polignano, Conversano hanno subito una clamorosa evoluzione negli ultimi anni. Passeggiando per le loro vie, non si può non apprezzare l’ordine e la pulizia.

Allora mi chiedo: cosa hanno questi paesi più del nostro? E’ tanto difficile copiare e realizzare quello che hanno fatto loro?

Chiudo con questi interrogativi con la speranza che questa volta la mia lettera venga presa in considerazione e vengano fatti seri e tempestivi interventi in materia.

                                                                                                      Onofrio Panzini

                                                                                         Presidente Circolo Marittimi e Pensionati

Caro Panzini,

fa piacere rilevare che a Mola ci siano ancora cittadini che non si limitano a piangersi addosso, ma che prendono carta e penna e scrivono al Sindaco e al giornale per esporre problemi di carattere generale. Degrado: sono anni che denunciamo da queste pagine lo stato di abbandono del Paese. Il Sindaco tempo fa si scusò per questo e promise (quante promesse!) interventi al più presto. La realtà è che i mega-progetti di Urban hanno distolto totalmente gli Amministratori dai problemi di tutti i giorni che sono sotto gli occhi di ognuno di noi. Raccolta differenziata: Le consiglio di leggere l’intervista all’Assessore Santamaria. In ogni caso, va detto esplicitamente che la sua opera va sostenuta. E’ importante per Mola che la gente capisca la necessità assoluta di impegnarsi nella differenziazione dei rifiuti. Ne va del nostro decoro, ma anche del nostro portafogli. Il sistema di raccolta porta a porta è ormai adottato da tutti i Comuni più evoluti perché dà i risultati migliori. Sicuramente va migliorato, ma i cittadini devono attenersi scrupolosamente alle disposizioni (orari, giorni di raccolta, buste ben chiuse, ecc.) Secondo noi, sarebbe ora che all’opera di convinzione e propaganda si accoppi quella di repressione dei fenomeni di maleducazione e menefreghismo. Non basta l’iniziativa dell’amministratore a far diventare civile un paese, serve soprattutto l’intelligenza e l’impegno di ciascun cittadino, anche con la denuncia di chi non rispetta le regole e le leggi. Gli sporcaccioni non hanno diritto di cittadinanza!

INTESA SUL PREZZO DEI FARMACI

28 settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 459 volte.

E’ stato sottoscritto questa mattina il protocollo d’intesa sull’indicazione del prezzo dei farmaci senza obbligo di ricetta. A siglare l’accordo il presidente del Consiglio nazionale Consumatori e Utenti (Cncu).

Dal 16 ottobre, un cartello illustrerà il prezzo di vendita al pubblico di venti confezioni da banco e tra queste ci saranno anche 15 dei più venduti, secondo l’elenco dei prodotti redatto semestralmente dal ministero del Lavoro, della Salute e Politiche Sociali.

Caduta l’obbligatorietà, per i produttori, di indicare il prezzo di vendita sulle confezioni di medicinali, norma che ha creato disagi ai consumatori (disorientandoli e costringendoli di fatto a non poter verificare e confrontare i prezzi nei vari esercizi di vendita), quella dell’esposizione del cartello con i prezzi può essere salutata come una buona notizia per il consumatore.

“L’auspicio – dichiara Giulia Procino, dell’Adoc Puglia -, è che tutte le farmacie della regione aderiscano all’iniziativa, nell’ottica di una maggiore trasparenza informativa verso il cittadino”.

L’Associazione regionale dei consumatori, con l’occasione ricorda che l’utilizzo, ove possibile, di farmaci generici, non “griffati”, può generare notevoli risparmi per le tasche dei cittadini.

“Quindi – precisa ancora, Giulia Procino -, chiedere al farmacista se esiste un farmaco con lo stesso principio attivo venduto a minor prezzo, può diventare una abitudine che genera un effetto positivo di riduzione complessiva dei prezzi al banco”.

            Adoc è a disposizione di cittadini e consumatori per ogni delucidazione e o segnalazione relativa ai prezzi dei farmaci e ricorda che la propria sede è aperta tutti i giorni (escluso sabato e festivi) dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00; o telefonando al numero 080.5025248, e-mail: info@adocpuglia.it.

 

                                                                  Ufficio Comunicazioni Adoc Puglia                                                                                  Roberta Longo

DA URBAN NUOVI FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

24 settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 450 volte.

C’e tempo ancora fino alle ore 14.00 di martedì 30 settembre per presentare le domande per accedere ai finanziamenti messi a disposizione dal bando per l’erogazione di contributi allo start up di nuove imprese sociali e la riqualificazione/innovazione delle imprese del territorio previsto nell’ambito del progetto “Qualificare il tessuto dell’impresa sociale, delle altre realta’ produttive e delle risorse umane, per rigenerare il territorio”, attuato dall’ Associazione Temporanea Di Scopo “CRES” nell’ambito del programma URBAN II.

 

Il bando si rivolge a imprese operanti nel territorio del Comune di Mola e ha come scopo favorire l’avvio di nuove imprese sociali e interventi per la riqualificazione o l’innovazione delle imprese del territorio, al fine di realizzare sviluppo integrato e sostenibile del territorio e la rigenerazione del tessuto urbano.

Tra gli obiettivi principali del bando anche l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate attraverso l’acquisizione di competenze professionali e un sostegno economico e solidaristico.

 

Possono presentare domanda: PMI con sede operativa a Mola, con priorità alle società cooperative, alle imprese con una prevalenza di donne o di giovani nella compagine sociale, alle imprese operanti nei settori: dei servizi di cura alle persone e alle famiglie, dei servizi culturali e turistici, dell’innovazione tecnologica, anche applicata ai processi produttivi dei settori tradizionali della pesca e dell’agricoltura.

 

Al bando potranno altresì accedere gruppi di partecipanti ai percorsi di inserimento lavorativo, previsti e finanziati con altro bando all’interno del medesimo Intervento Multimisura, che intendano costituire un’impresa sociale

 

Per le imprese molesi che intenderanno realizzare interventi di riqualificazione o innovazione sono disponibili 58.539 euro (ogni singolo finanziamento non potrà essere superiore a euro 6.000).

Per le nuove imprese sociali sono invece disponibili 75.500euro (massimo 30.000 euro per ogni singolo finanziamento).

 

Tutte le informazioni sul bando e sulle modalità esatte per presentare le domande sono reperibili presso:

Infopoint CRES presso Palazzo Roberti, piazza XX Settembre, Mola di Bari; o sul sito internet www.cresmola.it

Le domande di contributo dovranno essere consegnate, presso l’Infopoint CRES, entro e non oltre le ore 14.00 del giorno 30 settembre 2008.

 

                                                                                                                      Luca Basso

 

FLASH-NEWS

22 settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 606 volte.

APPROVATO IL BILANCIO CONSUNTIVO

 

Il Consiglio Comunale ha approvato con 12 voti favorevoli e tre contrari il bilancio consuntivo illustrato dall’Assessore Francesco Faustino. Il dato più rilevante è l’avanzo di circa un milione e mezzo di euro, a chiusura della gestione 2007. Elogi dai consiglieri di maggioranza, qualche dubbio da quelli di minoranza.

In effetti, in questi casi ci si chiede se l’avanzo è dovuto ad un’eccessiva tassazione della popolazione o ad una scarsa progettualità realizzativa.

Per Faustino l’amministrazione molese è virtuosa.

 

NUOVA STRADA DA BARI A MOLA

 

L’ANAS sta progettando l’ammodernamento della tangenziale di Bari, divenuta ormai insufficiente a contenere l’enorme volume di traffico. Nel contempo ritiene di dover intervenire sul tratto di collegamento tra San Giorgio e la tangenziale di Mola. Si ritiene opportuno realizzare un nuovo tracciato a monte dell’attuale statale, onde rendere il traffico da e per Bari più scorrevole, sicuro e privo delle attuali limitazioni, dovute all’attraversamento di zone abitate.

 

OPERE D’ARTE COMUNALI

 

Il Comune di Mola è proprietario di un notevole patrimonio artistico, oggi dislocato in diverse sedi. Su iniziativa dell’ex Assessore Enzo Linsalata e del dott. Nicola Tanzi, consigliere dei “Moderati per Mola”, la pubblica Amministrazione sta provvedendo ad individuare una sede idonea per l’esposizione di dipinti e sculture in modo che siano fruibili per la popolazione e per i turisti. Tra le opere inventariate, ci sono tre dipinti del pittore Onofrio Martinelli e sculture del Calvani.

Sarebbe opportuno recuperare anche altre testimonianze storiche, come i due cannoni scomparsi dall’area portuale e gli orologi a contrappeso della Chiesa Maddalena e dell’ex Palazzo Municipale.

 

PRO LOCO: GENTILE NUOVO PRESIDENTE

 

E’ il dott. Franbcesco Gentile il nuovo presidente dell’Associazione Pro Loco di Mola. Subentra alla dott. Ursula Annio. Questo il nuovo direttivo: vice-presidente il dott. Stefano Diperna, segretario Giuseppe Capozzi. Consiglieri: Ursula Annio, Maria Rosa Deserto, Federico Errico e Linda Losito.

CIMITERO: BANDO CAPPELLE GENTILIZIE

22 settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 666 volte.

Il Comune di Mola ha pubblicato in questi giorni un bando per l’assegnazione in concessione di aree per la edificazione di sepolture private (cappelle gentilizie) nel nuovo campo del cimitero comunale.

Sarà possibile edificare, così come prescritto dal Piano Regolatore Cimiteriale del Comune, complessivamente 72 nuove cappelle gentilizie.

 

Si tratta di un provvedimento molto atteso dai cittadini di Mola che consentirà un recupero qualitativo e quantitativo dell’intera struttura cimiteriale.

I proventi ricavati dalle concessioni infatti, verranno impiegati dall’amministrazione per realizzare l’ampliamento di tutta la struttura cimiteriale.

 

Tutti i dettagli per la presentazione delle domande sono contenuti nel bando recentemente pubblicato presso l’albo pretorio comunale.

 

Ai fini della richiesta, la planimetria delle aree, con la relativa numerazione, è visionabile nelle ore di ufficio aperte al pubblico presso il Civico Palazzo Comunale – Via De Gasperi n. 137 – Settore Lavori Pubblici ( tel.centralino : 080/4738200) – 5^ piano, e presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico – tel. 080/4738224 – piano terra.

 

I cittadini che vorranno richiedere le aree in concessione dovranno presentare una domanda, secondo le modalità previste dal bando,  presso il  Settore Comunale VI del  Comune di Mola, entro le ore 12.00 del giorno 20.10.2008.

 

 Luca Basso

DUE CONSULENZE PER 180 MILA EURO

22 settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 1.480 volte.

Due consulenze, due offerte pervenute, una per ogni consulenza. Ambedue riguardano la realizzazione a Mola del Polo culturale e produttivo del cinema digitale.

E’ il risultato dei due avvisi pubblici per la selezione di consulenti esterni. Il primo per la realizzazione del modello gestionale; il secondo per una prestazione di servizi tecnici ed artistici in relazione ad uno studio di fattibilità di un centro di eccellenza del cinema e dell’audiovisivo.

Gli aggiudicatari sono: il dott. Felice Laudadio, molese di 64 anni residente a Roma, che per un incarico di sei mesi percepirà 80mila euro; il secondo è il sig. David Jonathan Bush, 52 anni di evidente origine americana, residente a Recco in provincia di Genova, che per un incarico di sei mesi incasserà 100mila euro.

C’è da rilevare che da più parti sono state espresse perplessità sia per l’esiguo numero di partecipanti, che per le reali possibilità di realizzare concretamente il progetto. Il rischio è quello di regalare danaro pubblico inutilmente, come già avvenuto con l’arch. Bohigas.

Ulteriori notizie e particolari dell’operazione sul numero di Ottobre di “Città Nostra”.

LA POSEIDONIA SI PUO’ COMPOSTARE

22 settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 1.047 volte.

Risultati positivi dal progetto di ricerca sul recupero della posidonia spiaggiata. Sia in Grecia che in Italia si aprono nuove prospettive per l’impiego in agricoltura di queste biomasse spiaggiate altrimenti destinate alla discarica.
La posidonia (Posidonia oceanica L. Del.) è una delle specie marine endemiche più note e più minacciate del Mediterraneo. Comunemente ed erroneamente chiamata “alga”, la posidonia è una pianta acquatica superiore che svolge un’importante funzione di ossigenazione dell’acqua; le sue praterie rappresentano un riparo e una zona di riproduzione per la fauna marina e offrono nutrimento a pesci, cefalopodi e cordati. Inoltre, la posidonia contribuisce in modo sostanziale alla fissazione dei fondali e alla protezione delle spiagge dall’erosione.
Periodicamente, la posidonia perde le foglie e lungo le coste pugliesi (ma anche sarde, toscane, laziali, ecc.), in concomitanza soprattutto della bella stagione, si ripresenta il problema della gestione dei residui di posidonia spiaggiata.
I ricercatori del gruppo di ricerca che opera nell’Azienda sperimentale “La Noria” hanno stimato in oltre 150.000 metri cubi la quantità di posidonia spiaggiata lungo le coste pugliesi nella scorsa primavera.
Dopo aver prelevato i residui di foglie e rizomi di posidonia da Mola di Bari, l’Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari (ISPA) del CNR di Bari e i Dipartimenti di Biologia e Chimica Agro-Forestale e Ambientale (DiBCA) e di Scienze delle Produzioni Vegetali dell’Università di Bari hanno caratterizzato il materiale e lo hanno compostato, unendolo a materiale legnoso proveniente dalla potatura di vite o olivo e a scarti di verdura del mercato. Nonostante la posidonia rappresentasse oltre il 50% in peso del miscuglio, e senza operare alcun lavaggio, il compost ottenuto è risultato di ottima qualità e compatibile per l’impiego in agricoltura, anche come substrato di coltivazione.
Angelo Parente, Claudio Cocozza e Pietro Santamaria hanno presentato i risultati della caratterizzazione chimica e fisica del materiale tal quale e compostato, nonché le produzioni di pomodoro ottenute in tre cicli di coltivazione.
Con queste ricerche i ricercatori baresi propongono di impiegare la posidonia come materiale strutturante nella produzione di compost e di sottrarla così allo smaltimento in discarica che provoca produzione di percolato e inquinamento delle falde acquifere. In agricoltura, la posidonia compostata potrebbe essere utilizzata come ammendante e sostituire in parte la torba nelle coltivazioni in contenitore.Risultati simili sono stati ottenuti dall’Istituto Tecnologico dell’Epiro (TEI), partner greco del Progetto.

PRESENTATO IL LIBRO DI LATERZA

22 settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 528 volte.

In una sala affollata e partecipe, si è svolta il 19 Settembre, la presentazione del bel libro di Andrea Laterza “Il vento che arriva dal mare”, edito da Schena ed in vendita in tutte le librerie di Mola. Introdotti da Nicola Lucarelli, direttore editoriale di “Città Nostra”, sono intervenuti il dott. Waldemaro Morgese, direttore di Teca del Mediterraneo, il prof. Pietro Magno dell’Università di Bari e la dott. Angela Schena, direttore editoriale della casa editrice. Al termine il dott., Raffaele Ateniese ha intervistato su alcuni temi del libro gli ex comandanti di navi mercantili Berlen e Gaudiuso, il maestro Mario Ventura e lo stesso Autore.

PROBLEMI DI RESTAURI

22 settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 411 volte.

Mentre l’ex Municipio viene aggredito in ogni parte dai colombi, senza che sia stato previsto alcuna opera di prevenzione per limitarne i danni, anche la lungaggine dei lavori, ancora sospesi, all’ex Marittimo sta provocando non pochi problemi, specie alla popolazione residente nella zona. Via Cantù è praticamente inagibile. Strutturalmente già stretta, è da anni interessata dall’impalcatura che impedisce il passaggio persino alle biciclette. Inoltre l’intera area del cantiere è stata trasformata in un enorme immondezzaio, dimenticato ovviamente dall’impresa che non c’è, ma anche dai netturbini. Dal Comune garantiscono che i lavori riprenderanno a breve, ma i cittadini sono letteralmente infuriati, perchè i residui organici producono cattivi odori, zanzare, mosche e ratti.

Altre segnalazioni di scarsa attenzione all’ambiente viene da quanti percorrono le strade di accesso all’abitato. In particolare il problema di rifiuti abbandonati ai margini delle strade riguarda la Mola-Cozze, la via per Rutigliano e quella per Bari: non è certo un bel biglietto da visita per chi arriva a Mola!

APPUNTAMENTO PER IL 19 SETTEMBRE

10 settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 393 volte.

laterza.JPG

SETTEMBRE-2008

10 settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 568 volte.

copertina68.jpg

 

Città Nostra di Settembre in edicola

Editoriale

Province: Enti inutili di Nicola Lucarelli

Mentre infuria la polemica su una eventuale reintroduzione dell’ICI, emerge sempre più la richiesta di abolire un ente assolutamente inutile, che costa agli italiani ben 20 miliardi di euro all’anno. Senza le Province, non ci sarebbe necessità di applicare nuove tasse, in vista dell’adozione del Federalismo.

Politica

E’ basso il reddito dei molesi di Andrea G. Laterza

Ancora conferme dalle statistiche ufficiali: Mola sempre fanalino di coda. Lo afferma il “Sole 24 Ore”, che classifica la nostra cittadina al di sotto della media provinciale nei redditi famigliari. E ciò nonostante i 24 milioni di euro di Urban II.

Il Castello del Sindaco di Marco Sciddurlo

Facciamo un po’ di chiarezza sui meriti della ristrutturazione dell’antico maniero e diamo a Cesare quel che è di Cesare. Un’attenta analisi degli atti dimostra che imeriti attribuitisi dall’Amministrazione comunale sono esagerati.

Autobus urbano: la “telenovela” continua di Antonio Mottola

Ancora gravi inadempienze nella gestione del servizio urbano, caratterizzato da menefreghismo e scaricabarile.

Gli organi di governo e burocratici del Comune dell’ing. Giuseppe Biotine

Seconda ed ultima parte di una disamina attenta e puntigliosa dei compiti di amministratori e burocrati comunali sul tema sempre scottante dell’edilizia e lavori pubblici.

Attualità

“San Giuan de fore”, chiesetta sfortunata e dimenticata di Raffaele Di Marino

Ecco la storia recente ed incredibile del mancato restauro di questa chiesetta, che tutt’oggi resta nella memoria popolare e nella storia delle tradizioni.

Sicurezza: una chimera? di Katia Rizzi

Il Ministro Maroni ha emesso il decreto sicurezza che concede nuovi strumenti operativi ai Sindaci. Che fine farebbero le ordinanze del Sindaco Berlen senza risorse umane?

Invasione di ratti al “Sabbione” di Angela Rotondi

Ritorna grave l’allarme igienico-sanitario nella zona della “Rotonda”, dove da anni non viene fatto rispettare il divieto di balneazione, nonostante la costante presenza di grossi topi.

Al via il servizio civile di Mimma Tribuzio

L’Associazione “Insieme” pubblica le graduatorie ufficiali per la selezione di quattro volontari in servizio civile per l’attuazione del progetto “Insieme è meglio ‘08”.

Tempo di Diana di Nicola Mazzucca

Seconda parte dell’intervista al dott. Michele Lisi, responsabile regionale delle Associazioni Venatorie.

Cultura

La Repubblica Italiana: simboli e storia di Aniello C. Rago

Un interessante excursus storico-cultuale per capire le origini della bandiera italiana.

Una vita: 40 anni di storia di Giovanna Fralonardo

E’ la recensione del libro “Il vento che arriva dal mare” del nostro Andrea G. Laterza, edito da Schena, che sarà presentato ufficialmente nel Palazzo Roberti venerdì 19 Settembre, alle ore 19,30.

Medicina

“Vedo gli asini volar nel cielo” della prof. Maristella Buonsante

La terapia con gli animali: a che punto siamo?

America America

Mino ci ha lasciato di Vittorio Capotorto

Il ricordo di Mino De Maglie, un’amico d’infanzia, ma anche un sostenitore di “Città Nostra”, nell’intervista di Vittorio Capotorto al fratello Uccio.

Barack Obama visto da qui del prof. Nico Perrone

Come noi vediamo la strenua lotta per la conquista della Casa Bianca. Le elezioni americane coinvolgono anche il mondo politico ed i cittadini italiani.

Storia

Giovanni Bovio di Giovanni Miccolis

Le vicende umane di un parlamentare pugliese di altri tempi. Puntuale e circostanziata la ricostruzione della sua vita e del suo impegno politico.

Periscopio

Eventi, fatti e curiosità che hanno caratterizzato la nostra estate.

Città Nostra è in vendita in tutte le edicole e librerie di Mola. 42 pagine a colori €. 1,60.

Per essere informati su quanto accade intorno a noi. Per conoscere ciò che nessuno scrive.

Compratelo: così contribuite all’esistenza dell’unico organo di informazione veramente libero ed indipendente.

 

TURNO FARMACIE

10 settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 408 volte.

7 – 13 Settembre

Dr. Maria Rosaria Partipilo

Via De Gasperi, 152  tel. 0804745020

 

14 – 20 Settembre

Dr. Roberto Carrata

Via Bovio, 48  tel. 0804741092

 

21 – 27 Settembre

Dr. Antonia Mangiolino

Via C. Battisti, 155  tel. 0804743091

 

28 Settembre – 4 Ottobre

Dr. Vincenzo Fornari

Via E. De Nicola, 108  tel. 0804743213

 

5 – 11 – Ottobre

Dr. Nicola Di Zonno

Via S. Spaventa, 66 tel. 0804741665 

IL MISTERO DELLA BAGNANTE

10 settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 430 volte.

Un alone di mistero avvolge ancora la scomparsa in mare di una bagnante in prossimità dell’ex macello comunale. Da sabato 6 Settembre, nonostante le continue ricerche dei mezzi e degli uomini dei Carabinieri, Vigili del Fuoco e Capitaneria di Porto, della donna che intorno alle 10 si è tuffata in mare non si conosce la sorte. Giunta sulla spiaggia intorno alle 8, si è poi spogliata degli abiti, compresi gli indumenti intimi, e si è tuffata in mare. Alcuni bagnanti, non vedendola più riemergere, hanno dato l’allarme. Ad oggi, nonostante le minuziose ricerche nello specchio di mare che va da Bari a Monopoli, non è stato trovato il suo cadavere. Né è stata presentata denuncia di scomparsa. Sul fatto si fanno innumerevoli ipotesi, mentre continuano le indagini dei Carabinieri per dare un nome a questa donna dell’apparente età di 30/40 anni. Sicuramente si tratta di persona non residente a Mola, probabilmente è una straniera.