Ultime Notizie

PROBLEMI DI RESTAURI

22 Settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 466 volte.

Mentre l’ex Municipio viene aggredito in ogni parte dai colombi, senza che sia stato previsto alcuna opera di prevenzione per limitarne i danni, anche la lungaggine dei lavori, ancora sospesi, all’ex Marittimo sta provocando non pochi problemi, specie alla popolazione residente nella zona. Via Cantù è praticamente inagibile. Strutturalmente già stretta, è da anni interessata dall’impalcatura che impedisce il passaggio persino alle biciclette. Inoltre l’intera area del cantiere è stata trasformata in un enorme immondezzaio, dimenticato ovviamente dall’impresa che non c’è, ma anche dai netturbini. Dal Comune garantiscono che i lavori riprenderanno a breve, ma i cittadini sono letteralmente infuriati, perchè i residui organici producono cattivi odori, zanzare, mosche e ratti.

Altre segnalazioni di scarsa attenzione all’ambiente viene da quanti percorrono le strade di accesso all’abitato. In particolare il problema di rifiuti abbandonati ai margini delle strade riguarda la Mola-Cozze, la via per Rutigliano e quella per Bari: non è certo un bel biglietto da visita per chi arriva a Mola!

APPUNTAMENTO PER IL 19 SETTEMBRE

10 Settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 458 volte.

laterza.JPG

SETTEMBRE-2008

10 Settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 649 volte.

copertina68.jpg

 

Città Nostra di Settembre in edicola

Editoriale

Province: Enti inutili di Nicola Lucarelli

Mentre infuria la polemica su una eventuale reintroduzione dell’ICI, emerge sempre più la richiesta di abolire un ente assolutamente inutile, che costa agli italiani ben 20 miliardi di euro all’anno. Senza le Province, non ci sarebbe necessità di applicare nuove tasse, in vista dell’adozione del Federalismo.

Politica

E’ basso il reddito dei molesi di Andrea G. Laterza

Ancora conferme dalle statistiche ufficiali: Mola sempre fanalino di coda. Lo afferma il “Sole 24 Ore”, che classifica la nostra cittadina al di sotto della media provinciale nei redditi famigliari. E ciò nonostante i 24 milioni di euro di Urban II.

Il Castello del Sindaco di Marco Sciddurlo

Facciamo un po’ di chiarezza sui meriti della ristrutturazione dell’antico maniero e diamo a Cesare quel che è di Cesare. Un’attenta analisi degli atti dimostra che imeriti attribuitisi dall’Amministrazione comunale sono esagerati.

Autobus urbano: la “telenovela” continua di Antonio Mottola

Ancora gravi inadempienze nella gestione del servizio urbano, caratterizzato da menefreghismo e scaricabarile.

Gli organi di governo e burocratici del Comune dell’ing. Giuseppe Biotine

Seconda ed ultima parte di una disamina attenta e puntigliosa dei compiti di amministratori e burocrati comunali sul tema sempre scottante dell’edilizia e lavori pubblici.

Attualità

“San Giuan de fore”, chiesetta sfortunata e dimenticata di Raffaele Di Marino

Ecco la storia recente ed incredibile del mancato restauro di questa chiesetta, che tutt’oggi resta nella memoria popolare e nella storia delle tradizioni.

Sicurezza: una chimera? di Katia Rizzi

Il Ministro Maroni ha emesso il decreto sicurezza che concede nuovi strumenti operativi ai Sindaci. Che fine farebbero le ordinanze del Sindaco Berlen senza risorse umane?

Invasione di ratti al “Sabbione” di Angela Rotondi

Ritorna grave l’allarme igienico-sanitario nella zona della “Rotonda”, dove da anni non viene fatto rispettare il divieto di balneazione, nonostante la costante presenza di grossi topi.

Al via il servizio civile di Mimma Tribuzio

L’Associazione “Insieme” pubblica le graduatorie ufficiali per la selezione di quattro volontari in servizio civile per l’attuazione del progetto “Insieme è meglio ‘08”.

Tempo di Diana di Nicola Mazzucca

Seconda parte dell’intervista al dott. Michele Lisi, responsabile regionale delle Associazioni Venatorie.

Cultura

La Repubblica Italiana: simboli e storia di Aniello C. Rago

Un interessante excursus storico-cultuale per capire le origini della bandiera italiana.

Una vita: 40 anni di storia di Giovanna Fralonardo

E’ la recensione del libro “Il vento che arriva dal mare” del nostro Andrea G. Laterza, edito da Schena, che sarà presentato ufficialmente nel Palazzo Roberti venerdì 19 Settembre, alle ore 19,30.

Medicina

“Vedo gli asini volar nel cielo” della prof. Maristella Buonsante

La terapia con gli animali: a che punto siamo?

America America

Mino ci ha lasciato di Vittorio Capotorto

Il ricordo di Mino De Maglie, un’amico d’infanzia, ma anche un sostenitore di “Città Nostra”, nell’intervista di Vittorio Capotorto al fratello Uccio.

Barack Obama visto da qui del prof. Nico Perrone

Come noi vediamo la strenua lotta per la conquista della Casa Bianca. Le elezioni americane coinvolgono anche il mondo politico ed i cittadini italiani.

Storia

Giovanni Bovio di Giovanni Miccolis

Le vicende umane di un parlamentare pugliese di altri tempi. Puntuale e circostanziata la ricostruzione della sua vita e del suo impegno politico.

Periscopio

Eventi, fatti e curiosità che hanno caratterizzato la nostra estate.

Città Nostra è in vendita in tutte le edicole e librerie di Mola. 42 pagine a colori €. 1,60.

Per essere informati su quanto accade intorno a noi. Per conoscere ciò che nessuno scrive.

Compratelo: così contribuite all’esistenza dell’unico organo di informazione veramente libero ed indipendente.

 

TURNO FARMACIE

10 Settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 467 volte.

7 – 13 Settembre

Dr. Maria Rosaria Partipilo

Via De Gasperi, 152  tel. 0804745020

 

14 – 20 Settembre

Dr. Roberto Carrata

Via Bovio, 48  tel. 0804741092

 

21 – 27 Settembre

Dr. Antonia Mangiolino

Via C. Battisti, 155  tel. 0804743091

 

28 Settembre – 4 Ottobre

Dr. Vincenzo Fornari

Via E. De Nicola, 108  tel. 0804743213

 

5 – 11 – Ottobre

Dr. Nicola Di Zonno

Via S. Spaventa, 66 tel. 0804741665 

IL MISTERO DELLA BAGNANTE

10 Settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 498 volte.

Un alone di mistero avvolge ancora la scomparsa in mare di una bagnante in prossimità dell’ex macello comunale. Da sabato 6 Settembre, nonostante le continue ricerche dei mezzi e degli uomini dei Carabinieri, Vigili del Fuoco e Capitaneria di Porto, della donna che intorno alle 10 si è tuffata in mare non si conosce la sorte. Giunta sulla spiaggia intorno alle 8, si è poi spogliata degli abiti, compresi gli indumenti intimi, e si è tuffata in mare. Alcuni bagnanti, non vedendola più riemergere, hanno dato l’allarme. Ad oggi, nonostante le minuziose ricerche nello specchio di mare che va da Bari a Monopoli, non è stato trovato il suo cadavere. Né è stata presentata denuncia di scomparsa. Sul fatto si fanno innumerevoli ipotesi, mentre continuano le indagini dei Carabinieri per dare un nome a questa donna dell’apparente età di 30/40 anni. Sicuramente si tratta di persona non residente a Mola, probabilmente è una straniera.

LA FESTA DELLA MADONNA

10 Settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 588 volte.

Dal 12 al 15 Settembre si svolgono a Mola i festeggiamenti in onore della Patrona Maria SS. Addolorata, che si venera nella Chiesa della Maddalena.

Questo il programma predisposto dal Comitato, presieduto da Pietro Padovano:

Venerdì – ore 21,30 –    Fisorchestra Città di Villa Castelli

Sabato – ore 22,00 –      Spettacolo di musica leggera

Domenica – ore 10,00 – S. Messa solenne

                    ore 11,30 – Cerimonia della consegna delle chiavi della Città

                    ore 11,45 – Processione di gala

                    ore 18,00 – Servizio in orchestra delle Bande Musicali “Città di Bracigliano” e        

                                       “Città di Gioia del Colle”

                    ore 22,00 – Lancio della mongolfiera

                    ore 23,30 –  Due spettacoli pirotecnici sul porto

                                       A fine festa altro spettacolo pirotecnico

Lunedì         Ore 10,00 e ore 18,00 – Servizio in orchestra delle Bande Musicali “Città di Lecce”    

                                        e “G. Ligonzo di Conversano

                    Ore 23,30 – Spettacolo pirotecnico sul porto

L’artistica illuminazione della piazza e vie adiacenti è curata dalla Paulicelli International.

La Processione sarà preceduta dagli Sbandieratori  “I Fieramosca” di Barletta.

Parco dei divertimenti al lungomare.

SS. MESSE FESTIVE

8 Settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 450 volte.

MATRICE S. NICOLA*

Ore 10,00 – 11,30 – 18,30 – 20,00

SS. ROSARIO*

Ore 8,00 – 9,30 – 11,00 – 19,00

S. MARIA DI LORETO*

Ore 10,30 – 19,00

SS. TRINITA’*

Ore 8,30 – 10,30 – 19,30

SACRO CUORE*

Ore 8,30 – 10,00 – 19,00

MONASTERO S. CHIARA

Ore 7,00

PURIFICAZIONE

Ore 8,00

S. ANTONIO

Ore 8,00

S. MARIA MADDALENA

Ore 9,00

S. GIOVANNI

Ore 18,00 (Festiva del Sabato)

*Nelle Parrocchie la Messa pre-festiva si

celebra alle ore 19,00. Solo alla SS. Trinità

alle ore 19,30.

A PROPOSITO DEI CANTIERI APERTI

7 Settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 518 volte.

In un precedente comunicato, il Sindaco Berlen aveva dichiarato che i cantieri aperti erano ben dieci. Ora, l’Ufficio Stampa si preoccupa di elencarli, così come elencati di seguito.1.      Città dei ragazzi, 2.      Bonifica della discarica di Cozzetto, 3.      Ristrutturazione dell’ex municipio, 4.      Ristrutturazione del palazzo ex IPSAM di via Di Vagno, 5.      Metanizzazione di San Materno, 6.      Rifunzionalizzazione del centro direzionale zona PIP, 7.      Urbanizzazione della zona PIP, 8.      Programma di Recupero Urbano di Cozzetto, 9.      Urbanizzazione delle Strada PRG, 10. Pista ciclabile Mola – Cozze.

Per una corretta informazione, è bene specificare che alcuni di questi cantieri sono aperti da anni e non si conosce la data di ultimazione dei lavori; ci riferiamo all’ex Municipio ed all’ex IPSAM, dove da mesi non si vede l’ombra di un operaio. La Città dei Ragazzi a San Materno è un’opera solo cofinanziata dal Comune ed è di proprietà della Curia Vescovile di Bari. Altre opere sono state da tempo annunciate con cartelli, ma i lavori non sono ancora partiti.

MOLA – COZZE: AL VIA I LAVORI PER LA PISTA CICLABILE

7 Settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 1.030 volte.

Sono iniziati i lavori di ristrutturazione della strada litoranea di collegamento Mola-Cozze. In questi giorni è in corso il disboscamento degli oleandri e di altre piante che in alcuni tratti avevano invaso la sede stradale

I lavori prevedono, oltre a una serie di interventi per la moderazione del traffico carrabile, che renderanno più sicura la sede stradale, la realizzazione di altri quattro chilometri di pista ciclabile.

 Il tratto interessato dai lavori è quello compreso tra il bivio in entrata e uscita del paese e l’area di parcheggio recentemente attivata a Cozze.

I tempi e i modi di esecuzione saranno improntati alla massima celerità e il minor disagio per i cittadini.

 “Le parole lasciano il posto ai fatti – ha detto il Sindaco Berlen – e gli impegni presi continuano a farsi azioni concrete. La città agile, moderna e sicura che abbiamo in mente sta prendendo forma. Ringrazio i miei concittadini per la pazienza e per la collaborazione che vorranno dimostrare nel periodo in cui i cantieri saranno aperti.”

 Il progetto si propone di promuovere e incentivare la cultura della mobilità lenta e sostenibile: i quattro chilometri di pista ciclabile della Mola – Cozze si aggiungono alla striscia già realizzata in via Delfino Pesce all’ingresso del paese e ai tre chilometri ciclabili in via di realizzazione, previsti dai lavori nella zona del Fronte Mare, dal Programma di Recupero Urbano e dal Contratto di Quartiere .

Al termine di tutti questi interventi Mola avrà una dotazione complessiva di circa otto chilometri di pista ciclabile.

Ci permettiamo di segnalare alla Pubblica Amministrazione la crescita abnorme degli oleandri anche su via Delfino Pesce fino all’innesto sulla Statale 16 verso Bari. Anche in questo caso gli oleandri, abbandonati da anni, hanno invaso la sede stradale ed aggredito le palme piantate una decina di anni fa. Ed è altrettanto evidente la scarsa manutenzione del verde in generale anche all’interno del centro abitato.

RIFONDAZIONE IN DIFESA DI SANTAMARIA

7 Settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 552 volte.

Rifondazione Comunista di Mola contesta in un comunicato-stampa le accuse rivolte dal Sindaco di Acquaviva, Francesco Pistilli, all’assessore Pietro Santamaria, nella veste di componente del Comitato Esecutivo dell’ATO di cui Mola fa parte. Ci meraviglia che sia un partito politico e non l’Amministrazione Comunale a prenderne le difese, anche in considerazione delle gravi asserzioni del Sindaco di Acquaviva nei confronti del primo cittadino molese e della sua Giunta.

Ecco comunque il testo del comunicato di Rifondazione:

 

“Abbiamo letto con sorpresa il Comunicato inviato alla Stampa dal Sindaco di Acquaviva – Francesco Pistilli – contro l’Assessore all’Ambiente del Comune di Mola – Pietro Santamaria. Il Sindaco di Acquaviva non solo “sfiducia” Santamaria ma addirittura ne auspica le dimissioni dal Comitato esecutivo dell’ATO (negando quindi a Mola un’adeguata rappresentanza istituzionale).

Siamo stupiti dello scoprire che il Sindaco di Acquaviva (nonché Consigliere provinciale, ex capogruppo di Forza Italia ed ex Presidente della Commissione Ambiente della Provincia di Bari) sia diventato fervente sostenitore dell’ATO. Proprio lui che, da Presidente della Commissione provinciale, è stato strenuo difensore degli Inceneritori (e di una bozza di Piano per la Gestione dei Rifiuti che proponeva Conversano come sede dell’Impianto). Proprio lui che ha sempre contrastato le scelte e le proposte dell’ATO che indicavano invece il Comune di Acquaviva come sede idonea per una nuova discarica (tra l’altro già autorizzata dal suo “amico” di Partito Raffaele Fitto), piuttosto che, dopo trent’anni, ancora in Contrada Martucci tra Mola e Conversano. Proprio lui che ha fatto dell’ATO non un luogo dove trovare soluzioni concrete per le Comunità in difficoltà ma un palcoscenico per arringhe di schieramento.

Tra i Comuni dell’ATO Mola (insieme al Comune di Rutigliano) si è sempre distinto per una lotta reale ed evidente contro gli Inceneritori tanto da riuscire, in sinergia con il Comitato Salute e Ambiente SudEst e la maggioranza dei Comuni dell’ATO, ad evitare la costruzione dell’Impianto previsto originariamente dal Piano dei Rifiuti proposto da Fitto.

Vogliamo solo informare il Sindaco di Acquaviva che Mola – esclusivamente a proprie spese – sta investendo nella Raccolta Differenziata “porta_a_porta” che oggi copre oltre l’80% delle famiglie molesi. Vogliamo dare inoltre al Sindaco di Acquaviva la notizia che è proprio grazie all’impegno di Pietro Santamaria se Mola è tra i Comuni pugliesi più avanti nella Raccolta Differenziata. Ci chiediamo, invece, che percentuale raggiunge il Comune da lui governato!

Ora, nella lentezza dell’ATO (ma comunque in attesa del Bando che individuerà un Gestore unitario), la nostra Amministrazione comunale cerca un modo per uscire da un contratto locale per la Gestione dei Rifiuti (firmato durante la Giunta Maggi e mai aggiornato per responsabilità condivisa tra centro-sinistra locale e Governo regionale di centro-destra) che è diventato estremamente oneroso (circa 135euro all’anno per ogni cittadino, contro una media dei Comuni ATO di 97euro) e inadeguato per la cittadinanza. Il nuovo Bando comunale, infatti, garantirebbe la nostra Comunità nella Raccolta Differenziata e nell’ottimizzazione del Servizio. È una scelta necessaria, vista la situazione.

Al Sindaco di Acquaviva chiediamo di scrivere meno Comunicati ai danni della nostra Comunità e, invece che cercare visibilità per le prossime Elezioni provinciali, lo invitiamo ad impegnarsi attivamente per risolvere i problemi dei cittadini di Acquaviva (come, ad esempio, la piaga dell’Eternit e dell’Amianto che abbonda nelle campagne).”

                                                                                                        Mola di Bari, 4 Settembre 2008

Rifondazione ComunistaComitato Salute e Ambiente SudEst

 

CALCIO: ALLA RICERCA DEL CAMPO PERDUTO

7 Settembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 562 volte.

 

            Ad andare indietro nella storia calcistica di Mola, mai si era assistito ad una estate spesa dai responsabili delle società alla ricerca di un campo dove disputare le gare interne di campionato.

             Avevamo assistito ad estati più o meno roventi nelle quali la squadra era stata sul punto di non iscriversi, per motivi diversi, al campionato di competenza, ma mai avevamo visto dirigenti affannarsi non  già per mettere in piedi un organico competitivo, ma per trovare asilo in  uno dei paesi limitrofi.

            Ora anche questa lacuna, causata da una gestione non ottimale dei tempi degli interventi da effettuare  sul “Caduti di Superga”, è stata colmata. Interventi finalizzati a porre rimedio ad una serie di inconvenienti, il cui verificarsi  si sarebbe potuto evitare solo se l’impianto fosse stato sottoposto a regolare manutenzione, sia direttamente da parte dell’amministrazione che indirettamente attraverso la concessione in gestione dell’impianto stesso.

            La mancata disponibilità del “Caduti di Superga”, ha scatenato la corsa della due società molesi, Atletico Mola e A.C. Mola, alla ricerca di un campo in uno dei paesi viciniori; una corsa che ha visto i due sodalizi in competizione fra di loro, anche in considerazione dei diversi tempi in cui sono venuti a conoscenza della indisponibilità del locale campo di gioco per la corrente annata calcistica.

            L’oggetto del desiderio di entrambe le squadre è stato subito il “Peppino Lorusso” di Conversano, campo in erba sintetica come quello molese,  che già in passato, al tempo della gestione Mongelli, aveva ospitato qualche gara della squadra biancoazzurra. Con un tempismo eccezionale, è stata l’A.C. Mola ha chiedere per prima ai responsabili dell’impianto conversanese l’uso dello stesso, mettendo in mezzo ad una strada i dirimpettai dell’Atletico per i quali si aprivano prospettive inquietanti.

            Infatti, venute meno la disponibilità di Rutigliano (terreno in erba) e di Polignano (la squadra è nello stesso girone del Mola), restavano i campi di Capurso e Valenzano non graditi, per ovvi motivi, alla dirigenza molese. Fortunatamente il sindaco di Conversano Lovascio è riuscito a contemperare le esigenze delle compagini di conversanesi, con le richieste di  uso del “Peppino Lorusso” da parte di Atletico Mola e A.C. Mola. Così l’Atletico disputerà le gare di pomeriggio, mentre l’A.C. giocherà di mattina.

            Sulla vicenda l’azionista di riferimento dell’Atletico, Agostino Divella, ha dichiarato: “ Sento il dovere di ringraziare l’Amministrazione di Conversano, e per essa il sindaco Lovascio, per il modo in cui ha gestito l’intera faccenda. Disponibilità, trasparenza, equanimità e comprensione, doti che non sempre ho avuto modo di rilevare altrove, hanno fatto sì che la vicenda della disponibilità dello stadio si risolvesse con soddisfazione di tutti”.

            Anche se, aggiungiamo noi, alcuni danni al calcio molese  come la mancata realizzazione del progetto di creare a Mola una squadra di calcio femminile, e la possibilità che l’attività giovanile delle due società molesi sia fortemente penalizzata, resteranno.   

             

                                                                                  Sebastiano Roca

ASSISTENTI SOCIALI E CONSULENTE CERCASI

31 Agosto 2008 0 Commenti - Articolo letto 509 volte.

 

Il Comune di Mola ha indetto una gara pubblica per la scelta del soggetto attuatore verso progetti di Servizio di Assistenza Domiciliare Anziani. L’importo previsto è di circa 440mila euro. L’attività sarà svolta in 18 mesi. Sono ammesse solo cooperative di tipo A. Le domande vanno presentate entro il prossimo 15 Settembre.

Sempre il Comune di Mola ha bandito la selezione pubblica di un consulente esterno quale componente del gruppo di esperti presso l’Ufficio Urban II. La presentazione delle domande scade il prossimo 12 Settembre.

ATO: PISTILLI CONTRO SANTAMARIA

31 Agosto 2008 0 Commenti - Articolo letto 518 volte.

Gravi accuse e critiche sono state espresse nei confronti di Pietro Santamaria da parte di Francesco Pistilli, Sindaco di Acquaviva, che ha inviato una lunga lettera alla Presidenza dell’ATO Bari 5. Al rappresentante molese in seno al Consorzio, nonché Assessore comunale all’Ambiente viene addebitato un comportamento “ondivago” e non rispettoso delle decisioni adottate dall’ATO in questi mesi. Pistilli critica il Comune di Mola per aver disposto autonomamente una gara di appalto per la raccolta dei rifiuti in contrasto con i compiti e le delibere del Consorzio. Così conclude il Sindaco di Acquaviva: “…esprimo mozione di sfiducia nei confronti dell’Assessore Pietro Santamaria quale componente del Comitato Esecutivo dell’ATO in rappresentanza del Comune di Mola di Bari, augurandomi di provocare le dimissioni del suddetto amministratore che oltretutto non potrebbe sostituire il Sindaco del suo Comune in seno al predetto Organo e questo per porre fine all’ondivago contributo dello stesso…”