L’ex Sindaco Giangrazio Di Rutigliano con il suo addetto stampa Gianvito Pugliese

Riceviamo da Gianvito Pugliese, addetto stampa di Giangrazio Di Rutigliano, e pubblichiamo:

Venerdì 3 novembre, alle ore 19,30 alla Sala polivalente di Via di Vagno, 86 di Mola di Bari, si è tenuto un incontro aperto alla cittadinanza molese ed a quanti sono interessati alla crescita sociale e culturale del paese, promosso dalla Fabbrica del Benessere, in collaborazione con la Fondazione Piccinni, per ringraziare i relatori del I ciclo di incontri dedicato all’ “Etica, una priorità in politica”, tirarne le somme e presentare il fitto calendario del prossimo ciclo, che spazierà dalla prima decade di novembre del corrente anno alla metà di giugno 2018.

Hanno introdotto Giangrazio Di Rutigliano, che ha delineato le finalità dell’iniziativa, ripercorrendo le tappe del I Ciclo, sottolineando la qualità di ciascuna serata e la costante alta affluenza di partecipanti, e Sabino Pesce,  che a sua volta ha precisato in modo ancor più dettagliato il significato del tema trattato. E’ toccato, quindi, a Gianvito Pugliese, di illustrare il II ciclo.

Si comincia giovedì 9 novembre discutendo della legge elettorale: quel “rosatellum”, recentemente approvato in parlamento, che tanto sta facendo discutere. Un incontro a due voci: una decisamente critica e l’altra favorevole al provvedimento. I relatori saranno due docenti universitari baresi Nicola Colaianni, magistrato di Cassazione, e Francesco Paolo Sisto,  parlamentare.

A novembre altri tre appuntamenti. Il 16 con l’avvocato amministrativista Luigi Paccione, già candidato Sindaco a Bari nelle ultime amministrative, che relazionerà sulla responsabilità nella P.A. in caso di mancato accesso o perdita di finanziamenti, per inerzia od omissioni, distinguendo responsabilità tra politici ed amministrativi. Il 25 una serata dedicata al femminicidio, nel primo anniversario dell’iniziativa celebrativa promosso dal Comune di Mola. Il 29 si riparlerà di corretta comunicazione ed i riflettori della Fabbrica saranno puntati sul direttore dei servizi giornalistici di Telenorba Enzo Magistà.

A dicembre, ancora due momenti importanti. Il 7 sarà con noi la docente universitaria Angela Barbanente, già assessore regionale, che intratterrà l’uditorio sulle occasioni e possibilità di accesso ai finanziamenti ed ai bandi regionali per lo sviluppo e la crescita urbanistica. Il 21 ci parleranno di risparmio, investimenti, trappole bancarie e rimedi relativi l’avvocato Massimo Melpignano, presidente provinciale di Adusbef e considerato il numero 1 del foro barese in materia, affiancato dal giornalista Antonio Galizia, de La Gazzetta del Mezzogiorno, autore di approfondimenti sul mondo bancario locale e l’avvocato Michele De Marzo, protagonista di interessanti recenti iniziative in materia.

Ripresa, col nuovo anno, l’11 gennaio con “La musica sacra”,  intesa come mezzo più immediato di diffusione dell’arte e della cultura. Relatore una delle massime autorità in materia: don Antonio Parisi, responsabile della musica per la CEI. Il 18 Giuseppe Dalfino, avvocato amministrativista figlio di Enrico, ci illustrerà uno strumento giuridico assai poco conosciuto di accesso diffuso agli atti della P.A e ci parlerà diffusamente dei mezzi a tutela del cittadino, mentre Michele Mongelli, giudice onorario del tribunale di Foggia, già vice sindaco di Toritto, distinguerà ruoli e compiti tra politici e funzionari degli enti locali. Il 25 Ninni, pardon Gaetano Veneto, allievo di Gino Giugni, già parlamentare, direttore dell’Istituto di diritto del Lavoro e della relativa Scuola di Specializzazione dell’Ateneo barese, ci parlerà di lavoro ed occupazione giovanile.

Febbraio particolarmente intenso. Si torna a riflettere su informazione e corretta comunicazione, anche politica, il giorno 1 con Peppino Caldarola, già direttore dell’Unità ed il giorno 8 con Domenico Castellaneta, da due anni alla guida della redazione de La repubblica Bari. Di formazione ed occupazione giovanile si occuperà il 15 Corrado Petrocelli, Magnifico Rettore dell’Università di San Marino, e delle possibilità di accesso ai finanziamenti in settori importanti per l’economia molese il 22 Daniela Mazzucca, già Sindaco di Bari ed attualmente   ‎responsabile Sviluppo, Comunicazione e Cooperazione Internazionale – ‎Innovapuglia spa della Regione Puglia.

A marzo, il 29, dopo la doverosa pausa elettorale, si torna a parlare di comunicazione con Attilio Romita, volto noto del tg1, attualmente al vertice della direzione della sede Rai di Bari. La serata sarà preceduta da una due giorni incentrata sulla festa della donna: il 7 marzo presentazione del libro di Giandomenico Disanto, Il testamento di Emila, mentre il programma del giorno 8 è in via di definizione.

Ad aprile, il 12, riflettori puntati su di un eccellenza della formazione universitaria presente a Mola: l’Accademia di Belle arti con il suo presidente Ennio Triggiani, direttore del dipartimento di Scienze politiche dell’Ateneo Aldo Moro. Il 26 sarà alla Fabbrica la prof.ssa Maria Turtur Minervini, vedova dell’indimenticabile Guglielmo, ad illustrare, unitamente ai suoi più diretti collaboratori, finalità ed iniziative della Fondazione Guglielmo Minervini di Molfetta.

A maggio il 10, Vito Intino, portavoce regionale del forum relativo ci parlerà del terzo settore, con un occhio puntato sui risvolti occupazionali principalmente per i giovani. Il 24 ancora un docente universitario: l’economista Franco Botta, già editorialista del Corriere del Mezzogiorno, presenterà Mal di giardino, il giardinaggio come forma di difesa da una società alienante e cocenti delusioni, lo affiancherà l’editore Gino Dato, patron di Progedit, una casa editrice che non ha bisogno di presentazioni.

Chiusura a giugno, il giorno 7, occupandosi delle tematiche del lavoro e dell’occupazione a 360 gradi con le organizzazioni sindacali e datoriali più rappresentative e presenti sul territorio.

Condividi su: