Ultime Notizie

E’ MORTO DON FEDELE

18 Novembre 2008 7 Commenti - Articolo letto 967 volte.

Questa mattina è deceduto a Roma dove era ricoverato in ospedale, Don Fedele Sforza, ex parroco della Chiesa Matrice di Mola. Da qualche anno non godeva di buona salute, tanto da dover lasciare la sua nuova parrocchia (S. Maria la Porta) a Palo, dove in poco tempo aveva conquistato l’affetto di tanti fedeli. Ultimamente era impegnato presso l’Ufficio Missionario della Curia, ma le sue condizioni di salute peggioravano giorno dopo giorno.
Don Fedele era stato per anni missionario in Brasile e successivamente nominato parroco della Matrice di Mola. A lui si devono gli ottimi restauri dello storico edificio, riportato agli antichi splendori. Era molto amato dai fedeli per la sua bontà d’animo e per l’impegno profuso verso i più umili.

VENDOLA: TAGLIAMOCI LO STIPENDIO

18 Novembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 391 volte.

Ieri sera al “Graffio” su Telenorba il Presidente della Regione Vendola ha dichiarato:”Io dal primo momento del mio governo ho posto il problema della riduzione dei costi. Quest’anno, non per polemica di questi giorni, proporrò che tutto il Consiglio dia un segnale di austerità. Io lo farò. Auspico che tutti i consiglieri regionali facciano lo stesso. Credo che bisognerà discuterne con serenità: non ho potere deliberante in merito, ma voglio dare l’esempio”.
Chi vivrà vedrà!!!

TASSE RIDOTTE IN CAMBIO DI SESSO

18 Novembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 405 volte.

Lei un’avvenente signora di Sammichele, lui un esattore dipendente di una società di riscossione tributi. La proposta di quest’ultimo: ti riduco le tasse da pagare (circa 10.000 euro) ed in cambio mi concedi di fare sesso con te. La donna tergiversa e prende tempo. L’esattore torna alla carica con ulteriori sconti sulle tasse. A questo punto la giovane signora avverte i Carabinieri, che organizzano un piano per prendere l’uomo in flagranza di reato. Nuovo incontro e nuove proposte sempre più “indecenti” fino a tentare di costringere la donna a soddisfare le sue brame; ma i militi dell’Arma sono nella stanza attigua ed ascoltano tutto. Intervengono quando l’uomo allunga le mani e lo arrestano.

PRIMA EDIZIONE DEL PREMIO LETTERARIO LIBRIAMOLA

18 Novembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 997 volte.

Anche Mola ha il suo Premio Letterario! Qualcuno si chiederà se era necessario visti i tanti che ci sono in giro per l’Italia. Ebbene si! Ce n’era bisogno per scuotere con una interessante iniziativa culturale il provincialismo che ci sta avvolgendo.

Continua a leggere…

OLIVICOLTORI IN PIAZZA A BITONTO

17 Novembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 418 volte.

Erano più di 2000 gli imprenditori olivicoli della Coldiretti alla manifestazione svoltasi stamanei per le vie di Bitonto, per protestare, come spiega il Delegato Confederale della Coldiretti di Bari, Pietro Salcuni, contro ”il continuo ribasso della quotazione del prezzo dell’olio extravergine di oliva – senza alcuna plausibile motivazione derivante dallo scenario del mercato internazionale – che sta determinando una situazione ormai insostenibile per le aziende olivicole pugliesi”.

Continua a leggere…

COMUNE DI TRANI ANTI FANNULLONI

17 Novembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 387 volte.

Via i giochi dai computer degli impiegati e via anche tutti i siti internet che non abbiano alcuna relazione con la loro attività lavorativa: è quanto disposto dall’assessore all’innovazione tecnologica del comune di Trani, Roberto Visibelli, all’indomani di segnalazioni, da parte di cittadini, su presunti “fannulloni” negli uffici comunali. Ne da’ notizia l’Ansa.

Si tratterebbe di impiegati i quali, secondo gli episodi segnalati a Visibelli, in orario d’ufficio impiegherebbero il loro tempo a giocare al “solitario” o a navigare in internet per motivi extraprofessionali.

L’assessore ha incaricato il responsabile del centro elaborazione dati del comune di Trani di resettare i pc “ripulendoli” da tutto quanto contengono nella sezione “svago” e di bloccare l’accesso a siti non legati all’attività istituzionale dell’ente.

DIRIGENTI AL COMUNE DI TARANTO

17 Novembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 404 volte.

Il Comune di Taranto intende acquisire apposita manifestazione di interesse per la eventuale copertura di posti di Dirigente della propria Dotazione Organica, attraverso gli istituti previsti per legge.
Continua a leggere…

TEGOLA SUL CINEMA DIGITALE

17 Novembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 484 volte.

Come è noto, il 13 Ottobre scorso la Polizia Marittima ha posto sotto sequestro penale l’intera area dell’ex mattatoio in contrada Ponticelli, all’interno della quale sono stati rinvenuti rifiuti di ogni genere.
Continua a leggere…

UNIVERSITA’: DUE CONTRATTI DI COLLABORAZIONE

17 Novembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 421 volte.

Il Dipartimento di Biochimica Medica, Biologia Medica e Fisica Medica dell’Università degli Studi di Bari ha bandito un concorso per l’affidamento di 2 contratti di collaborazione coordinata e continuativa della durata di 3 anni, da stipulare con giovani ricercatori di età inferiore a 32 anni, per il progetto di ricerca “Rete nazionale per lo studio della proteomica Umana (Italian Human ProtemeNet)”.
Continua a leggere…

STOP ALLE RIDUZIONI DI ACQUA

16 Novembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 420 volte.

L’assessore alle Opere pubbliche della Regione Puglia, Onofrio Introna, d’intesa con il “Comitato tecnico dell’accordo di programma per l’acqua Puglia-Basilicata”, ha concordato sull’opportunità di rinviare l’ulteriore riduzione di acqua sul territorio pugliese da lunedi’ 17 a martedi’ 18 novembre. ”Lunedì- afferma l’assessore Introna – si procederà ad un’ulteriore verifica sullo stato di consistenza dell’acqua dell’invaso del Sinni in relazione all’ondata di maltempo che sta interessando in queste ore Puglia e Basilicata”. ”Non appena le condizioni meteorologiche lo consentiranno – assicura Introna – si procederà in Puglia a compiere le operazioni per un rientro verso una situazione di normalità, con il ritiro dei provvedimenti riguardanti le restrizioni idriche”.

ATO: TUTTI CONTRO MOLA

16 Novembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 404 volte.

Ecco cosa si legge nell’ordine del giorno, approvato dall’Assemblea dell’ATO, svoltasi mercoledì scorso presso il Comune di Conversano:
Continua a leggere…

GIA’ GRATTATI MA VINCENTI

16 Novembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 424 volte.

Quando la sera il titolare di una tabaccheria nei pressi del Municipio faceva i conti dei “gratta e vinci” pagati, spesso non si ritrovava: risultavano pagati più grattini di quanti in effetti aveva ritirato. Prima ha pensato ad errori nei pagamenti, ma poi ha cominciato a sospettare, anche perché gli ammanchi, sempre più sostanziosi, si ripetevano. Di qui a presentare una denuncia contro ignoti ai Carabinieri il passo è stato breve. Inoltre, ha dotato il negozio di telecamere. Il risultato non si è fatto attendere. Così ha potuto osservare una signora, che, dopo averlo distratto con la richiesta di alcune fotocopie, ha raggiunto il posto dove aveva i grattini pagati, ha prelevato una mazzetta e la messa in borsa. All’uscita, però, la signora è stata fermata dai Carabinieri, appostati fuori della tabaccheria. Nella sua borsa sono stati trovati e sequestrati 66 tagliandi già pagati e 31 integri. La signora è stata condotta in caserma ed identificata per A.C. di 53 anni, residente a Mola. Il sistema era semplice: rubati i tagliandi vincenti già pagati, si recava in altre tabaccherie e li metteva all’incasso, nelle more della trasmissione ai Monopoli. La donna ha confessato ed ha giustificato il suo gesto con le difficoltà finanziarie in cui versa la sua famiglia. Ora è agli arresti domiciliari.

MOLA – TRUFFA ALLA COMUNITA’ EUROPEA

16 Novembre 2008 0 Commenti - Articolo letto 395 volte.

La Guardia di Finanza di Mola ha denunciato all’Autorità Giudiziaria un’azienda molese, attiva nel settore della fabbricazione di mobili per ufficio, con l’ipotesi di reato di truffa aggravata alla Comunità Europea (Fondi FESR della Legge 488 del 1992) per essere riuscita ad ottenere contributi per 200mila euro, producendo fatture e documentazione false o non conformi.
Sotto inchiesta sono finiti il titolare ed il legale rappresentante.