Ultime Notizie

INTERVISTA A LUCARIELLO

25 ottobre 2008 0 Commenti - Articolo letto 498 volte.

Tra le principali notizie proposte dai telegiornali più recenti spiccano quelle relative alla condizione di Roberto Saviano, il giovane scrittore italiano più apprezzato e discusso al mondo che con il libro Gomorra descrive l’evoluzione delle spietate organizzazioni camorriste. Il libro e l’omonimo film, candidato all’oscar, hanno conferito una visibilità globale al mondo sommerso delle organizzazioni camorristiche, ma come noto dalle cronache recenti, hanno condannato Saviano ad un’esistenza “sotto scorta” a causa delle comprovate”condanne a morte” da parte del clan dei Casalesi.
Lo stesso Saviano ha espresso il desiderio di parlare della propria assurda condizione, musicalmente e dalla sua collaborazione con Lucariello, una delle voci degli Almamegretta, è nata “cappotto di legno”. Il testo parla dell’omicidio di Saviano dal punto di vista di un sicario spietatissimo che immagina di colpire lo scrittore con otto colpi di pistola nel petto e nonostante i dubbi sul gesto che sta per commettere, non per spirito di pietà ma solo per vigliaccheria, decide di eseguire gli ordini ricevuti. Onore e privilegio per noi è stato contattare Lucariello e parlare con lui del suo splendido lavoro.
L’intervista, curata da Francesca Petronella e Giuseppe Manuele, sarà pubblicata sul numero di Novembre di “Città Nostra”, in edicola dal giorno 7.

RISCHIO TRENO IN VIA MATTEOTTI

25 ottobre 2008 0 Commenti - Articolo letto 381 volte.

Non sempre l’automazione garantisce la sicurezza. Ci possono essere black-out inattesi ed improvvisi, che, quando si verificano nel sistema ferrovia, abbassano il livello di sicurezza. E’ quanto accade ai passaggi a livello sulla tratta Mola-Cozze ed in particolare a quello di via Matteotti. In questi ultimi mesi per ben quattro volte le sbarre non si sono chiuse al passaggio del convoglio, creando non poca apprensione in chi è stato testimone. L’ultima volta, in ordine di tempo, l’inconveniente si è verificato alle 5,20 di Lunedì scorso ed anche in questo caso fortunatamente in quel momento non transitavano né auto, né pedoni.
Il ripetersi dell’evento preoccupa e sarebbe ora che le Autorità pubbliche intervenissero presso le Ferrovie: persistendo il disservizio, la tragedia è dietro l’angolo.

TANZI PRESIDENTE DEI CIRCOLI DELLA LIBERTA’

23 ottobre 2008 0 Commenti - Articolo letto 400 volte.

Dopo il significativo contributo dato in campagna elettorale dai “Circoli della Libertà” per il rinnovo del Parlamento italiano e per il successo del “Popolo della Libertà” tanto da far meritare al leader nazionale dei Circoli, On. Michela Vittoria Brambilla, l’incarico di sottosegretario al Turismo (massimo incarico possibile al momento per questa istituzione), i Circoli della provincia di Bari si sono riuniti sabato scorso in una sala gremita dell’Hotel Federiciano di Valenzano per rinnovare le cariche del Comitato direttivo Provinciale, eleggere il Presidente ed approntare il programma delle attività in vista delle elezioni amministrative della città di Bari che del Consiglio provinciale.
A presiedere l’incontro l’Avv. On. Marcello Vernola, quale componente dell’esecutivo nazionale dei Circoli della Libertà, e il Presidente regionale Avv. Francesco Camilleri, che dopo aver portato i saluti del On. Michela Vittoria Brambilla quale Presidente Nazionale dei Circoli, si è soffermato sui possibili scenari politici a livello europeo e locale lasciando successivamente spazio agli interventi dei Presidenti dei circoli cittadini. Si sono susseguiti interventi di piena condivisione dell’operato e delle scelte dell’on. Vernola, unitamente alla proposta di veder presiedere il Comitato direttivo provinciale dal dott. Nicola Tanzi, distintosi per il suo impegno a livello nazionale, promotore del gruppo molese (noto come uno dei Circoli più numerosi ed impegnati), e per essere stato fra i primi ad aver costituito insieme all’amico consigliere comunale Michele Palazzo il “Gruppo della Libertà”, da sempre in prima fila per iniziative in difesa dei cittadini. All’unanimità Nicola Tanzi è stato così nominato Presidente del direttivo provinciale dei Circoli della Libertà unitamente ad un comitato di dieci membri di cui due vicepresidenti tutti rappresentativi di incarichi istituzionali nei comuni della provincia. Inoltre è stata affidata a Nicola Tanzi la delega a rappresentare il gruppo dei Circoli della Libertà al tavolo provinciale di coordinamento del centro-destra che ha già avuto modo di riunirsi nei giorni scorsi ed incontrarsi con altri esponenti politici che sostengono il centro-destra alle amministrative della città di Bari e alla Provincia di Bari. Grande la soddisfazione dei simpatizzanti ed amici del Gruppo molese che fanno quadrato intorno a Nicola Tanzi, che vedono il loro Movimento fare ancora un passo in avanti, nel riconoscimento del proprio operato nel segno della continuità politica.

Giangrazio Di Rutigliano

IN UN LIBRO LA STORIA DI SPORTELLI

23 ottobre 2008 0 Commenti - Articolo letto 508 volte.

Il mondo dell’insigne concittadino nel racconto di Giovanni Miccolis, autore di una meticolosa e difficile ricerca con lo scopo di dare il giusto rilievo ad un personaggio straordinario.

E’ in vendita nelle librerie e nelle edicole il libro “Il Venerabile Cesare Sportelli ed il suo mondo”(Edizioni Città Nostra) scritto dal nostro esperto di storia Giovanni Miccolis, un’opera indispensabile per meglio conoscere la vita e le opere del nostro concittadino, co-fondatore della Congregazione del SS. Redentore.
Di Cesare Sportelli erano note finora pochissime notizie. Incerta fu per tanto tempo la sua città di origine e tardiva fu l’iniziativa dei Redentoristi nell’avviare la causa di Beatificazione.
Le notizie sulla vita del nostro glorioso concittadino sono state acquisite dai registri della Chiesa Matrice di Mola (con la valida collaborazione del sig. Giuseppe Rago) e dalle pubblicazioni ormai quasi introvabili su Cesare Sportelli:
Clemens M. Henze, “Epistolae Ven. Servi Dei Caesaris Sportelli”- Edizione “Sumptibus Domus Generalitiae”, via Merulana 31, Roma (resa già disponibile da giugno sul sito della rivista);
Giuseppe Landi, Notizie del servo di Dio p. D. Cesare Sportelli sacerdote professo della Congregazione del SS. Redentore – Guerra e Mirri, 1893 (ricopiata da una vecchia pubblicazione esistente presso la biblioteca della Casa Generalizia C.SS.R. di Roma);
Claudio Benedetti, Posizioni e articoli per i processi ordinarii su la fama di santità, delle virtù e dei miracoli del servo di Dio Cesare Sportelli- Guerra e Mirri, 1893 (ricopiata da una vecchia pubblicazione esistente presso la biblioteca della Casa Generalizia C.SS.R. di Roma, nella versione in italiano fatta dallo stesso autore che presentò la “postulazione” in latino per il Decreto di Introduzione alla Santa Causa);
Alessandro De Risio, Croniche della Congregazione del SS. Redentore, Palermo 1858 (esame stralcio di una rara e voluminosa pubblicazione sulla vita e le opere dei massimi protagonisti della Congregazione).
La prima parte del libro esamina brevemente “storia, popolazione ed istituzioni”, quasi una necessaria premessa per rendere comprensibili le meravigliose vicissitudini dei protagonisti delle cronache successive. Il possesso del Regno di Napoli da parte degli Spagnoli comportò vessazioni, spoliazioni, miseria e pestilenze.

Continua a leggere…

ALTRI FONDI PER LE IMPRESE

21 ottobre 2008 0 Commenti - Articolo letto 390 volte.

URBAN 2 continua a portare effetti benefici per le aziende molesi; sono infatti stati elargiti contributi per 477 mila per 38 aziende molesi.

Il provvedimento si inserisce nell’ambito della misura 2.2, quella relativa al “Sostegno alle attività economiche delle piccole imprese e dell’artigianato”, e riguarda il bando “Contributi a favore di piccole imprese per l’acquisto di impianti, macchinari e/o attrezzature” pubblicato dal Comune nell’aprile del 2007.

L’intervento ha l’obiettivo di favorire il potenziamento strutturale o l’ammodernamento delle piccole imprese operanti nell’area del comune di Mola di Bari attraverso l’acquisizione di impianti, macchinari e attrezzature nuovi; a questo scopo di ha reso disponibili finanziamenti a fondo perduto per progetti di investimento pari al 50%.

Continua a leggere…

I BOX VANNO IN MALORA

21 ottobre 2008 0 Commenti - Articolo letto 450 volte.

La maleducazione e l’inciviltà, ma anche una deficitaria vigilanza, sono alla base del degrado visibile in tante aree pubbliche di Mola. Basta osservare con più attenzione del solito lo stato dei giardini: con le erbacce crescono rifiuti di ogni genere. Il top si raggiunge nelle aiuole (si fa per dire) davanti all’ex ospedale di corso Italia, dove i mastodontici oleandri coprono il sottostante “ben di Dio”, oltre che creare difficoltà alla circolazione dei pedoni.
Dal vecchio al nuovo. Sono passati pochi mesi dall’inaugurazione in pompa magna del Castello restaurato ed una visita all’area dei famosi box retrostanti e consigliabile per rendersi conto di come vengono sperperati i soldi pubblici: Il posto di sera e di notte è frequentato da torme di ragazzi, il cui rispetto per le opere pubbliche è uguale a zero. Lampioni scheggiati, un faro distrutto, il cestino dei rifiuti senza il coperchio, il passamano divelto. Non basta: rifiuti ovunque, anche di tipo organico. Non c’è controllo alcuno e appartato com’è, quel “cul de sac” sta diventando il rifugio notturno per coppiette in cerca di intimità e per giovanotti desiderosi di bucarsi.
Purtroppo, siamo stati facili profeti quando abbiamo scritto più volte su “Città Nostra” che la “magnifica” (si fa per dire…) realizzazione berleniana di box et affini sarebbe stata un budello ad uso e consumo pizzettaro e ludico-imbecille di schiere di ragazzini idioti e prepotenti. Era più che scontato che finisse così: in assenza dell’apertura integrale del passaggio dal lungomare alla piazza, di videosorveglianza e di una plausibilità urbanistica e sociale di quegli spazi.
E’ prevedibile che lo sfascio di quell’area continuerà fino alla quasi estrema distruzione di ogni manufatto se non verrà installato al più presto un sistema di videosorveglianza (che ovviamente venga adegutamente monitorato). Nel frattempo, naturalmente, altri soldi pubblici saranno stati invano sperperati.

PAGHEREMO CON IL POS

20 ottobre 2008 0 Commenti - Articolo letto 440 volte.

A breve sarà possibile pagare al Comune con carte di credito e bancomat. Alcuni uffici saranno dotati del pos che consentirà ai cittadini di pagare tributi, mense, multe, trasporto scolastico e servizi sociali.
Arriva finalmente un servizio particolarmente utile per i cittadini, spesso costretti a lunghe code ed a perdita di tempo. Il pos sarà installato in cinque uffici interessati all’innovazione, dove sarà possibile effettuare i versamenti.

FRONTE MARE: CONSEGNA DEI LAVORI

20 ottobre 2008 0 Commenti - Articolo letto 414 volte.

Il 10 Ottobre scorso il Comune di Mola ha ufficialmente consegnato i lavori per la realizzazione del Fronte Mare compreso fra l’Ufficio Locale Marittimo e Cala Portecchia. Aggiudicataria l’impresa Giovetti di Bologna in associazione temporanea con altre aziende, tra cui la Giovene e la Martinelli Inpianti di Mola. Si tratta del primo lotto dell’originale idea progettuale dell’arch. Bohigas, successivamente definito dai tecnici comunali. I lavori riguarderanno la viabilità, gli impianti fognari ed elettrici, la protezione dai marosi e la sistemazione del tratto di spiaggia. Scompare il baby-park, sostituito da un’area attrezzata più ampia dell’esistente. A ridosso del Castello, sul lato mare, dovrebbe essere realizzato un anfiteatro. La spesa prevista è di circa 5 milioni di euro, coperta con fondi residui di Urban, e con interventi del Comune e della Regione. I lavori dovrebbero durare un anno e mezzo.

PARTE LA TERZA EDIZIONE DI CARTONIA

20 ottobre 2008 0 Commenti - Articolo letto 434 volte.

E’ partita oggi la terza edizione del concorso a premi “Cartonia. Un mare di carta per salvare il mondo” riservato agli alunni delle scuole presenti sul territorio del Comune di Mola di Bari.
L’iniziativa è finalizzata all’informazione e sensibilizzazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti ed è organizzata dall’Assessorato all’Ecologia e all’Ambiente, in collaborazione con le scuole e la Lombardi Ecologia.
Il concorso ha come oggetto la raccolta della carta, proveniente essenzialmente da attività didattiche, effettuata da alunni, docenti e operatori delle scuole di ogni plesso scolastico. La Lombardi Ecologia consegnerà in comodato d’uso a tutte le classi un contenitore in cartone da 20 litri e ad ogni plesso scolastico contenitori da 100 litri.
Sarà compito dei referenti di ogni classe di provvedere periodicamente allo svuotamento dei raccoglitori di classe nei contenitori più grandi.
Una volta alla settimana, o ogniqualvolta il referente all’ambiente di un plesso scolastico lo riterrà opportuno, la Lombardi Ecologia, che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti a Mola, provvederà allo svuotamento e alla pesatura del materiale raccolto.

Continua a leggere…

DISCARICHE ABUSIVE

20 ottobre 2008 0 Commenti - Articolo letto 442 volte.

Con riferimento a quanto apparso sui giornali lo scorso fine settimana, l’Amministrazione Comunale di Mola comunica quanto segue.
In relazione al cumulo di rifiuti abbandonati in zona PIP, si precisa che i tecnici del Comune avevano provveduto alla bonifica dell’area in questione già nella stessa mattina dell’8 ottobre, come da documentazione fotografica, cioè prima della pubblicazione degli articoli sull’argomento usciti su La Gazzetta del Mezzogiono (il 9 ottobre) e Fax (l’11 ottobre).
Le foto si riferiscono all’intervento realizzato nell’area PIP e sono datate 8 ottobre 2008.
Si precisa inoltre che non è stato possibile realizzare precedentemente tale intervento poiché quella zona era occupata da un gruppo di nomadi impossibilitati a spostarsi per complessi motivi umanitari.

Continua a leggere…

FOOD & FILM A MOLA

17 ottobre 2008 0 Commenti - Articolo letto 451 volte.

Sabato 18 ottobre, presso la masseria Serra dell’Isola a Mola di Bari, è in programma il secondo appuntamento per “Food & Film, delizie per corpo e mente”, la manifestazione organizzata dall’Assessorato all’Agricoltura della Provincia di Bari:: a partire dalle ore 18.00 degustazioni, laboratori del gusto, la proiezione del film “Satyricon” di Federico Fellini e la presentazione dei prodotti tipici locali, mediante l’allestimento di apposite postazioni per ciascun produttore.

“L’iniziativa promossa dall’Assessore provinciale Anna Paladino – ha commentato l’Assessore all’agricoltura del Comune di Mola Pietro Santamaria – è ricca, bella e di grande valore culturale. Auspico la partecipazione convinta di produttori locali di prodotti a denominazione d’origine, per cui sollecitiamo il coinvolgimento di produttori di uva da tavola, le cui varietà rientrano nell’IGP “Uva di Puglia”, e di olio extravergine d’oliva DOP.”

Luca Basso

L’ADDIO AL PROF. GIANFRATE

16 ottobre 2008 0 Commenti - Articolo letto 463 volte.

Si è svolto nella Chiesa del “Sacro Cuore” il rito funebre per il prof. Antonio Gianfrate, deceduto a seguito di un grave incidente stradale sulla tangenziale di Bari. In tanti hanno gremito la grande Chiesa per rendere l’ultimo saluto all’Amico, all’Educatore, all’Amministratore Tonino Gianfrate, già Sindaco di Mola dal 1975 al 1979. La Santa Messa è stata concelebrata dal Parroco della Matrice don Mimì Moro e da Don Franco Fanizza (S. Cuore) e Don Pasquale Zecchini (Loreto). Presente in forma ufficiale il Sindaco Berlen con il gonfalone del Comune, assessori e consiglieri, il Comandante della Polizia Municipale Magg. Berlingerio, una rappresentanza di alunni della Scuola Media “Dante” con la Dirigente ed alcuni docenti e i rappresentanti di diverse associazioni. Al termine del sacro Rito, la figura del prof. Gianfrate (Tonino per tutti) è stata ricordata dal dott. Raffaele Di Marino, dalla Dirigente della “Dante”, da Lucia Del Vecchio (ex allieva) e dal Sindaco Nico Berlen, che al termine del suo intervento ed alla presenza degli ex Sindaci Tapino, Capotorto e Maggi, ha deposto sulla bara la fascia tricolore, simbolo della carica amministrativa.
All’uscita, il feretro è stato salutato dal commosso applauso dei presenti. Subito dopo è partito alla volta di Locorotondo, città natale del prof. Gianfrate, dove si sono rinnovate le manifestazioni di affetto dei suoi concittadini e nel cui cimitero è stato tumulato.
Alla moglie Titti, al figlio ed a tutti parenti, le commosse condoglianze di “Città Nostra”, che ricorderà il prof. Gianfrate sul prossimo numero del mensile.

TRAGICA MORTE DEL PROF. GIANFRATE

14 ottobre 2008 1 Commento - Articolo letto 635 volte.

Ieri sera sulla tangenziale di Bari, a seguito di un incidente stradale, ha perso la vita il prof. Tonino Gianfrate. Aveva 77 anni. Dai primi rilievi della Polizia Stradale, pare che abbia imboccato contromano una rampa di accesso della tangenziale, all’altezza dello svincolo per Carbonara, scontrandosi con un’altra auto, il cui conducente è rimasto ferito seriamente. Il prof. Gianfrate è deceduto sul colpo: la sua auto è andata praticamente distrutta dal violento impatto.

Uomo di punta della Democrazia Cristiana molese e provinciale, è stato capogruppo consigliare, assessore e Sindaco di Mola dal 1976 al 1980. La politica è sempre stata preminente nella sua vita, ma è stato anche uomo di cultura. Per molti anni ha ricoperto l’incarico di preside della Scuola Media “Dante”.